L'America brucia: detenuto con pistola rubata spara a 2 poliziotti in tribunale

12 luglio 2016 ore 12:27, Lucia Bigozzi
L’America brucia. Non solo il fronte delle proteste degli afroamericani nel durissimo braccio di ferro con la polizia culminato nella tragedia di Dallas, l’America continua a bruciare anche per i gesti folli di persone che armi in pugno seminano il panico e spesso la morte. L’ultimo episodio in ordine temporale è accaduto in Michigan, nella contea di Berrien: lo scenario è quello di un tribunale dove un uomo che veniva portato in carcere è riuscito a impadronirsi della pistola di un agente e a fare fuoco uccidendo due poliziotti prima di essere ucciso a sua volta. Altre due persone sono rimaste ferite. 

L'America brucia: detenuto con pistola rubata spara a 2 poliziotti in tribunale
Non si conosce ancora l’identità dell’uomo e le indagini dovranno fare luce sui dettagli del folle gesto per risalire alla dinamica ma anche alle cause.
Paul Bailey, sceriffo della contea dice che i due genti uccisi erano persone coraggiose come i colleghi che, alla fine, sono riusciti a fermare l’uomo. Un fatto che, come detto, accade pochi giorni dopo i fatti di Dallas dove un cecchino ha ucciso cinque poliziotti e seminato il terrore. Lo sceriffo ha spiegato poi che sulla scena gli investigatori sono al lavoro per ricostruire ogni particolare nel tentativo di “stabilire cosa accaduto e come. Vi chiediamo ora solo di pregare per le vittime”, ha aggiunto Bailey mentre sulla stessa lunghezza d’onda si è espresso il governatore del Michigan, Rick Snyder quando ha invitato i cittadini a unirsi “con me a pregare per le vittime”. 

L’ennesimo fatto di sangue, in piena campagna elettorale per le presidenziali. Il candidato repubblicano, Donald Trump ha commentato via Twitter: “I nostri pensieri sono per le vittime e le loro famiglie, e con tutti coloro del tribunale della contea di Berrien” ma poi ha aggiunto quella che sarà la sua linea d’azione se eletto alla Casa Bianca: “Le ostilità contro la polizia devono finire” e ha confermato che si impegnerà per garantire che tutti gli “americani si sentano al sicuro nella loro casa, nella loro scuola e nella loro comunità”.

autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]