Gelosia per un viaggio da sola? Accoltella la convivente e si impicca nell’armadio

12 luglio 2016 ore 13:58, intelligo
di Luciana Palmacci  

Omicidio-suicidio in una palazzina a due piani alla periferia di Torino in via Chiesa della Salute 62. Protagonisti della tragedia un uomo di origini siciliane e una donna moldava regolarmente residente in Italia. Lui disoccupato di 51 anni secondo la ricostruzione degli investigatori avrebbe ucciso la convivente colf di 36 anni, impiccandosi subito dopo. L’allarme sarebbe scattato quando i vicini hanno avvertito l’odore che proveniva dall’abitazione; i vigili del fuoco, dopo aver forzato la porta, avrebbero quindi trovato i due cadaveri: lei sul letto con la gola tagliata, probabilmente con un coltello e diverse altre ferite da taglio, lui impiccato alle cerniere di un armadio nel soggiorno.  

Gelosia per un viaggio da sola? Accoltella la convivente e si impicca nell’armadio
Le due vittime erano state viste l’ultima volta venerdì scorso e probabilmente proprio a quella sera, al massimo a quella successiva, risalirebbe il delitto venuto alla luce solo ora. Il movente si pensa possa essere la gelosia. La donna era appena tornata da un viaggio fatto da sola a San Benedetto del Tronto e l’uomo aveva precedenti penali per minacce e violenza risalenti al 2003. 
Non litigavano mai” avrebbero detto i vicini di casa “non abbiamo mai sentito urla o piatti che volavano. Una cosa del genere ci lascia scioccati”. Si fa ancora più fitto allora l’interrogativo sul movente che ha tutta l’aria di essere una tragedia familiare scaturita forse da quelle vacanze prolungate e in solitaria della donna.  

Intanto gli uomini della scientifica e della squadra mobile, dopo i primi rilevamenti, sono tornati  nell’appartamento per cercare in casa l’arma con cui l’uomo avrebbe tagliato la gola alla convivente.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]