Il "capolavoro" della Polizia: ritrovate (in Ucraina) le 17 opere di Castelvecchio

12 maggio 2016 ore 7:39, Andrea De Angelis
L'operazione è durata quasi sei mesi e ha visto la collaborazione tra le forze dell'ordine di più Paesi. Compreso, ovviamente, il nostro che nella vicenda era quello danneggiato da un furto che venne subito definito "su commissione, miratissimo". 

A dirlo fu il sindaco di Verona, Flavio Tosi, tra i primi ora a rallegrarsi per il ritrovamento dei 17 capolavori rubati lo scorso novembre dal Museo di Castelvecchio. 
Cinque quadri del Tintoretto, un Mantegna, la celebre ‘Madonna della quaglia’ di Pisanello, un Rubens e un Bellini per un valore che si aggira fra i 15 e i 20 milioni di euro. Le opere erano state rubate giovedì 19 novembre dello scorso anno, quando tre uomini a volto coperto si erano introdotti nel Museo eludendo i controlli e avevano portato via i capolavori.
Il ritrovamento è avvenuto in Ucraina e a dare la notizia è stato il presidente ucraino Petro Poroshenko con un comunicato pubblicato sul suo sito, nel quale si è congratulato con la polizia di confine e con la procura militare per l’operazione di ritrovamento delle opere, una “operazione brillante che ricorda al mondo l’impegno efficiente dell’Ucraina contro i traffici e la corruzione”. Poroshenko non ha aggiunto alcun particolare sull’operazione, ha precisato di aver dato incarico al suo staff di contattare l’Italia e invitare esperti per autenticare le opere e avviare le formalità per la loro restituzione.

Il 'capolavoro' della Polizia: ritrovate (in Ucraina) le 17 opere di Castelvecchio
"Grande lavoro di squadra della Polizia di Stato e dei Carabinieri, insieme per tutelare il valore artistico italiano, il patrimonio del nostro Paese". Così il ministro dell'Interno, Angelino Alfano. Massima soddisfazione è stata espressa anche dal ministro della Cultura, Dario Franceschini: "Oggi è un grande giorno, ora presto le opere torneranno al Museo di Castelvecchio a Verona. Si chiude così la vicenda di questo furto, prima con gli arresti dei colpevoli da parte del Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale e ora il recupero delle opere in Ucraina", ha dichiarato.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]