Casa, dolce casa: con Airbnb frutta 2.300 euro l'anno, ma cosa rischi?

12 maggio 2016 ore 8:34, Andrea De Angelis
Il successo è inarrestabile e, dopo qualche difficoltà, lo si può considerare ormai tale anche nello Stivale che, per storia e patrimonio artistico, dovrebbe essere la patria del turismo mondiale. 

Airbnb è un portale online che mette in contatto persone in ricerca di un alloggio o di una camera per brevi periodi con persone che dispongono uno spazio extra da affittare, generalmente privati. Il sito fu aperto nell'ottobre del 2007 da Brian Chesky, Joe Gebbia e Nathan Blecharczyk. Gli annunci includono stanze private, interi appartamenti, castelli, ville, barche, baite, case sugli alberi, igloo, isole private e qualsiasi altro alloggio.
Un impatto economico complessivo di 3,4 miliardi di euro, 3,6 milioni di viaggiatori in tutto il 2015 e un risparmio energetico pari al consumo di 51,5 milioni di case. I clienti arrivano soprattutto dall’Europa, ma gli Usa sono al secondo posto. Ecco i dati di Airbnb in Italia secondo la piattaforma californiana che dà le cifre nel rapporto «Fattore sharing: l’impatto economico di Airbnb in Italia» presentato mercoledì 11 maggio a Roma. 

Casa, dolce casa: con Airbnb frutta 2.300 euro l'anno, ma cosa rischi?
Un trionfo, dunque. Tale da far sorridere tutti, sia coloro che ne usufruiscono che quanti lo offrono. Eppure ci sono dei rischi da considerare prima di buttarsi in questo mondo. Onde evitare spiacevoli dietrofront all'ultimo minuto. Non tutti, infatti, siamo a nostro agio ospitando e comunicando con dei perfetti sconosciuti. Quando si ospita con airbnb, si sta letteralmente invitando un perfetto sconosciuto a casa propria. Il che ovviamente può essere affascinante, fonte di arricchimento (non solo in termine monetari) e quant'altro. Ma se il vostro carattere non è proprio incline a simili esperienze, sappiatelo prima di avventurarvi.
Pubblicare e gestire con successo un alloggio su airbnb inoltre richiede tempo e impegno, molto più di quanto si possa immaginare, specialmente all'inizio. Oltre al tempo da dedicare alla pubblicazione dell'annuncio e al tempo per rispondere alle richieste di prenotazione, si riceveranno richieste di informazioni o chiamate di emergenza durante il soggiorno degli ospiti. Interrogarsi sul tempo a disposizione per affrontare un impegno tale è importante. 
Avanti dunque! Ma sempre conoscendo bene ciò a cui state andando incontro.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]