Buonanno, da sindaco della Lega dico: "Mi confronterò con Salvini, da me ho istituito registro delle unioni civili"

12 maggio 2016 ore 11:03, Marta Moriconi
"Sindaci della Lega non celebrate le unioni civili". Categorico il diktat del segretario del Carroccio Matteo Salvini ai primi cittadini della Lega, a "disobbedire" alla nuova legge approvata in via definitiva ieri dalla Camera. Un diktat che però non è stato accolto all'unanimità da tutti i sindaci, divisi fra chi è pronto a trasgredire la legge fino a pagarne direttamente le conseguenze e chi invece si dice intenzionato a rispettare la legge pur non condividendola.
Intelligonews ha sentito al riguardo il primo cittadino di Borgosesia Gianluca Buonanno, europarlamentare leghista.

Buonanno lei è pronto a disobbedire alla legge seguendo l'invito di Salvini?
"Forse pochi lo sanno ma nel mio Comune è stato istituito il registro delle unioni civili, quindi io non sono affatto contrario a priori a questa legge. Mi confronterò con il segretario, dunque".

Lei sta quindi dicendo che nel suo Comune le unioni civili sono già regolarizzate?
"No, un momento, il registro è soltanto un gesto simbolico, anche perchè nessuno qui dice che le unioni civili riguardano sia le coppie etero che quelle omosessuali. Non è soltanto una questione per gay".

Ad ogni modo sembra di capire che lei è favorevole alle unioni civili?
"Ci sono diritti come quello alla pensione di reversibilità o all'assistenza ospedaliera ai partner che mi trovano totalmente favorevole. Sono invece totalmente contrario alle nozze gay e alle adozioni gay." 

Salvini sostiene però che le unioni civili altro non sono che l'anticamera delle adozioni gay, lei non avverte questo pericolo?
"Io non sto dicendo che non vedo il pericolo. Io sono contrario alle adozioni gay e su questo punto sarò irremovibile. Mi ritengo una persona coerente a differenza di gente come il sottosegretario Ivan Scalfarotto che ha costruito la propria carriera politica sull'essere omosessuale, vantandosi di esserlo e chiedendo ogni tipo di diritto per le persone gay. Poi lo stesso Scalfarotto va in Iran a stringere la mano a quelli che impiccano gli omosessuali. E' coerenza questa? E' credibile uno che si comporta in questo modo? Uno che svende la sua battaglia per la propria poltrona?".

A proposito di Scalfarotto ha già detto che adesso i prossimi passi saranno quelli di legalizzare l'eutanasia e le droghe leggere?
"Scalfarotto si dovrebbe soltanto dimettere, fra poco questi signori ci verranno a dire di legalizzare le nozze fra cani e gatti. A sconcertarmi di più comunque è l'atteggiamento della Chiesa che ad alti livelli dice che questa legge non va bene poi però tutti i preti e le suore che conosco io votano quasi tutti a sinistra, per il Partito Democratico e per il Governo Renzi. Qui nel mio Comune c'è addirittura un prete che si professa apertamente comunista" 

Dunque lei obbedirà o no a Salvini?
"Io sono d'accordo con la legge sulle unioni civili soltanto su alcuni punti, ora però resta da capire come questa dovrà essere realmente applicata. Quando avremo più chiaro questo aspetto fondamentale decideremo come agire". 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]