Matteoli (Fi): “Cosa cambierà con il ritorno di Berlusconi. Salvini? Non può decidere in casa di altri”

12 marzo 2015, Andrea Barcariol
Intervistato da IntelligoNews, Altero Matteoli, membro del Comitato di Presidenza di Forza Italia,
Matteoli (Fi): “Cosa cambierà con il ritorno di Berlusconi. Salvini? Non può decidere in casa di altri”
analizza la situazione politica alla luce del ritorno in campo di Berlusconi e spiega i motivi dell’incontro organizzato il 21 marzo presso l’Auditorium Antonianum.


Come cambierà la scena politica con il ritorno a pieno titolo di Berlusconi?



«Si tranquillizzeranno coloro che non sono andati a votare. Forza Italia è vero che ha perso molti voti, ma tante persone sono rimaste a casa, non hanno votato un altro partito. Questa situazione più tranquilla per Berlusconi riporterà i nostri elettori ad aver fiducia. La prima cosa che dobbiamo fare è riportarli alle urne».



Che ruolo dovrebbe avere adesso l’ex Cavaliere: leader, regista, federatore?



«Un personaggio come Berlusconi può essere solo leader, non gli si possono chiedere ruoli diversi».



Sarà Berlusconi a spostarsi verso le posizioni di Salvini o viceversa?



«Berlusconi ha sempre avuto un occhio di riguardo nei confronti della Lega, sarebbe assurdo negarlo, è accaduto con Bossi e adesso con Salvini. Bisogna però che il segretario della Lega capisca che ci sono anche gli altri, mentre lui pensa di essere solo e di poter decidere anche in casa di altri, questo non è possibile. Se Salvini vuole una vittoria personale, farà una battaglia da solo, e magari avrà anche successo, come accaduto a tanti partiti nel dopoguerra che sono durati qualche tempo e poi si sono sfasciati. Se vuole veramente governare il Paese, per farlo deve stare nel centrodestra e capire che ci sono anche gli altri».



Non crede che Salvini e Berlusconi siano i migliori alleati per far vincere Renzi?



«No, per far vincere Renzi l’unico modo è dividersi, se siamo uniti possiamo tornare a essere competitivi. Divisi non lo siamo, è inutile nasconderlo».



Matteoli (Fi): “Cosa cambierà con il ritorno di Berlusconi. Salvini? Non può decidere in casa di altri”
Il 21 marzo, insieme con Gasparri, avete organizzato un incontro: Primavera italiana, centrodestra riprendiamoci il futuro. Obiettivo?


«Negli ultimi tempi sui giornali siamo finiti soprattutto per gli scontri interni, noi invece vogliamo parlare dei punti programmatici, rilanciarli, tra l’altro c’è questa coincidenza fortunata della conferma dell’assoluzione per Berlusconi. Mi pare che sia l’occasione giusta per incontrarci, invito tutti i colleghi di partito a partecipare».



Su quali valori volete ricostruire il centrodestra?



«Vogliamo ancorarci ai valori di centrodestra che hanno sempre caratterizzato le nostre battaglie: la sicurezza, l’Unità nazionale, la difesa delle piccole e medie imprese».


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]