Selfie nella cella "4 stelle" e recensione virale. Il carcere diventa social

12 marzo 2016 ore 15:22, Andrea Barcariol
I selfie non hanno confini. Anche il carcere può essere il luogo giusto per una bella foto, magari accampagnata da una recensione. E' quanto deve aver pensato Christian Willoughby che ha fatto alcuni scatti nella stazione di polizia di Grimsby, in Gran Bretagna, poi pubblicati su Facebook. Non solo il detenuto ha commentato nei dettagli la sua cella che ha definito "a quattro stelle", come se fosse su Tripadvisor. Willoughby ha anche lodato il servizio "piacevole", la sicurezza "ineccepibile" e la prigione "adatta per sentirti al sicuro con vetri quadrupli e porta di sicurezza. Insomma, il luogo ideale per rilassarsi dopo una dura giornata". Nelle foto, scattate con un iPad e pubblicate sul suo profilo Facebook, si vedono il water, la finestra e un pasto. Critiche, stile Masterchef, invece per la colazione, non proprio all'altezza delle sue aspettative: "Due salsicce che galleggiano nel sugo, con attorno patate a cubetti gettatate a casaccio"

Selfie nella cella '4 stelle' e recensione virale. Il carcere diventa social
Le immagini hanno inziato a circolare rapidamente sui social network e sono diventate subito virali, così come la recensione che ha scatenato commenti divertiti e domande lecite: "Si possono portare i cellulari anche dietro le sbarre?". Il post nel giro di poche ore ha avuto oltre 2mila condivisioni su Facebook. Molto meno entusiasta di quanto accaduto la polizia britannica che afferma di non sapere nulla sull’accaduto ed è rimasta infastidita dal gesto di Willoughby, condannato per delle violazioni a trascorrere una notte in cella, tanto da aprile un'inchiesta per capire come sia stato possibile che a un detenuto sia stato concesso di portare con se un tablet. Non c’è dubbio, però, che la questa recensione  sarà presa in considerazione anche dagli altri futuri prigionieri che saranno costretti a soggiornare nella struttura.








caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]