Il sangue di Lea Garofalo apre il Roma Fiction Fest: VIDEO

12 novembre 2015 ore 9:55, Andrea De Angelis
Il sangue di Lea Garofalo apre il Roma Fiction Fest: VIDEO
Tredici anni fa decise di collaborare con la giustizia
. Sei anni fa (l'anniversario è il prossimo 24 novembre) fu uccisa, torturata, bruciata. Fatta letteralmente a pezzi. 
La storia di Lea Garofalo, morta a soli 35 anni, sconvolse l'Italia, ma come spesso capita nello Stivale è stata dimenticata. Non da tutti, ci mancherebbe. Non, ad esempio, da Marco Tullio Giordana torna dietro la macchina da presa per un Tv movie dedicato a questa donna e al suo coraggio.

Lea, film d’apertura del 9. Roma Fiction Fest (11-15 novembre 2015), ha come interpreti Vanessa Scalera, Linda Caridi, Alessio Pratico’, Mauro Conte e Matilde Piana. 
Lea, cresciuta in un paesino della Calabria e in una famiglia macchiata dalla malavita, racconta ai magistrati gli sporchi affari dell’ex compagno e della sua ‘ndrina. Nel 2009 viene rapita per strada, torturata, bruciata e fatta a pezzi.
Centrale fu il ruolo di Denise che permise di individuare e processare tutti i responsabili dell’omicidio della madre, costituendosi parte civile. Sul processo per la scomparsa, l’omicidio e la distruzione del cadavere di Lea Garofalo la Cassazione si è pronunciata il 18 dicembre del 2014, con la condanna definitiva dei cinque imputati: quattro ergastoli e 25 anni di reclusione.

Il sangue di Lea Garofalo apre il Roma Fiction Fest: VIDEO
“Io sono Lea Garofalo. Non sono la moglie di nessuno, la sorella di nessuno”
. Queste le parole che risuonano spesso quando si pronuncia il suo nome. Parole che sanno di coraggio, profonda dignità.
Il film del regista dei 'Cento passi' racconta il calvario che ha dovuto subire Lea Garafolo (Vanessa Scalera) per garantire una vita normale alla figlia Denise (Linda Caridi). Ha testimoniato contro suo fratello e suo marito, svelando agli investigatori i loro traffici criminali. Per questo è finita sotto copertura costretta a nascondersi insieme alla figlia in giro per l'Italia. Il film ha il merito di riportare i risultati dell'inchiesta giornalistica, tutte le sentenze che hanno portato alla condanna all'ergastolo del marito Carlo Cosco.
Lea, coprodotto dai Rai Fiction, sarà trasmesso in prima serata il 18 novembre su Raiuno

Lea Garofalo è ricordata ogni anno il 21 marzo nella Giornata della Memoria e dell'Impegno di Libera, la rete di associazioni contro le mafie, che in questa data legge il lungo elenco dei nomi delle vittime di mafia e fenomeni mafiosi.
Nel dicembre 2012 esce il libro sulla vita di Lea Garofalo, Il coraggio di dire no. Lea Garofalo, la donna che sfidò la 'ndrangheta.[13]
Il 19 ottobre 2013 si sono svolti a Milano, in piazza Beccaria, i funerali civili di Lea Garofalo. In piazza erano presenti migliaia di persone, fra le quali i rappresentanti dell'associazione Libera e personalità come Don Luigi Ciotti e il sindaco di Milano Giuliano Pisapia. Lo stesso giorno è stato intitolato a Lea Garofalo un giardino pubblico in viale Montello a Milano.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]