Si vaccina sempre meno i bambini: "Rischio ricomparsa malattie debellate"

12 ottobre 2016 ore 13:22, intelligo

Il trend delle vaccinazioni nazionali a 24 mesi per il 2015 risulta in diminuzione nel nostro Paese. Lo si evince dai nuovi dati pubblicati dalla Direzione generale della prevenzione sanitaria del Ministero della Salute che evidenziano in una nota di approfondimento come dal 2000 il trend abbia visto un graduale incremento per poi stabilizzarsi; le vaccinazioni incluse nell'esavalente, spiega la nota, avevano addirittura superato la soglia del 95% raccomandata dall'OMS ma dal 2013 le cifre hanno registrato un calo progressivo con tutti i rischi che ne conseguono. Particolarmente preoccupanti, spiega la nota, sono i dati delle vaccinazioni nazionali per morbillo e rosolia che hanno visto un calo dal 90,4% all’85,3% nel periodo compreso fra 2013 e 2015.

Si vaccina sempre meno i bambini: 'Rischio ricomparsa malattie debellate'
Un altro dato su cui occorre ragionare è poi quello relativo al fatto che solo sei regioni superano la soglia del 95% per la vaccinazione anti-polio, mentre undici risultano sotto il 94%. Il dicastero della Salute a corredo della nota e degli approfondimenti punta l'attenzione sul rischio di vaccinazioni in ritardo soprattutto per i bambini e sul rischio del ricomparire, a seguito del calo di vaccinazione di patologie non più presenti nel nostro Paese. Il futuro Piano Nazionale di Prevenzione Vaccinale, conclude la nota del Ministero, avrà un’offerta vaccinale più ampia e fornirà una base più solida per una maggiore uniformità dell’offerta vaccinale nel Paese.

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]