Partito della nazione, Santanchè: "Chi è contro Fdi e Lega sia coerente e rompa nelle regioni"

12 ottobre 2016 ore 13:29, Adriano Scianca
Niente inciuci: la linea espressa da Daniela Santanchè è chiara. E a IntelligoNews spiega: "La strada giusta è quella di un centrodestra unito e compatto". 

Il Pd rompe con la sua sinistra, il centrodestra a guida Parisi isola Lega e Fdi. Si sta andando verso il Partito della Nazione?

Partito della nazione, Santanchè: 'Chi è contro Fdi e Lega sia coerente e rompa nelle regioni'
«Non sarei assolutamente interessata a inciuci di palazzo. Gli elettori non stanno più con la maggioranza del presidente Renzi, mi sembra sbagliato andare a fare inciuci proprio che gli italiani stanno voltando le spalle al nostro governo. La strada giusta è quella di un centrodestra unito e compatto». 

Non vede neanche la possibilità di un'unione per le riforme?

«Lo avevamo già fatto. Sbagliare è umano, perseverare è diabolico». 

Quindi lei è contraria al progetto di emarginare Fratelli d'Italia e Lega? 

«Chi vuole questo sia consequenziale e dica che dobbiamo andare a casa in Lombardia, Liguria e Veneto, dove governiamo insieme a loro. Chi lo vuole deve assumersi la responsabilità di ciò che dice e cancellare la storia degli ultimi 20 anni di questo Paese, in cui abbiamo governato insieme. Io trovo che il Pd stia facendo una figura pazzesca, sta dividendo la sinistra e unendo il centrodestra. Renzi si è impuntato sull'Italicum e ha fatto le riforme a colpi di maggioranza. E il giorno dopo il referendum, comunque vada, noi dobbiamo stringerci tutti insieme e dire che siamo d'accordo su tutto?». 

Lei, comunque, non ha mai avuto troppa simpatia per Parisi... 

«Non è un dibattito che mi appassiona. Parisi è nel cuore e nell'anima della gente? È un leader? Scalda i cuori? Detto questo, a me non cambia nulla, se il nostro popolo dice che va bene troveremo i criteri per valutarlo e decidere».
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]