Per Renzi Catania a ferro e fuoco: scontri in strada con la Polizia - VIDEO

12 settembre 2016 ore 10:02, Micaela Del Monte
Decine di giovani si sono lanciati contro il cordone delle forze dell'ordine piazzato alla fine di via Umberto davanti alla Villa Bellini di Catania, dove il premier Matteo Renzi aveva tenuto l'intervento di chiusura della Festa nazionale dell'Unità. Il volto coperto da sciarpe, caschi neri e i fumogeni accesi. È stato il segnale dell'attacco. Preceduto dal lancio di una bottiglia di birra e dall'esplosione assordante di una bomba carta. 

Per le strade non solo gente che correva per paura, ma anche, per lo più, curiosa, ferma a guardare e riprendere con i telefonini. Filmati anche i fermi di due manifestanti, due catanesi di 24 e 21 anni, del collettivo Aleph, mentre la polizia di Stato li arresta e li porta via. Un'ora di tensione che ha fatto calare l'attenzione dai contenuti della manifestazione: il No alla riforma costituzionale, la buona scuola, il rapporto con l'Europa, il lavoro, la scarsa attenzione verso le fasce deboli. Per questo oltre 500 persone si sono riunite e hanno sfilato in corteo mentre Renzi parlava, scandendo slogan contro il governo, ma soprattutto contro il premier. Il tema era "Cacciamo Renzi", che campeggiava sullo striscione che apriva il corteo. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]