Hillary Clinton, Perucchietti: "Per far spazio al vicepresidente? Quella foto con Soros..."

12 settembre 2016 ore 11:49, Marta Moriconi
Hillary Clinton ha la polmonite ed è disidratata. Questa la probabile causa del malore avuto mentre partecipava alla cerimonia di Ground Zero per il quindicesimo anniversario degli attentati dell'11 settembre. A comunicarlo è il medico curante della ex first lady. Lisa Bardack spiega in una nota come la polmonite le sia stata diagnosticata venerdì scorso, in seguito ad esami più approfonditi eseguiti per capire le cause di una tosse prolungata.
Non mancano però le voci di chi ritiene che le condizioni della candidata democratica siano più gravi e ci si interroga sui possibili scenari futuri. IntelligoNews ne ha parlato con la giornalista e scrittrice Enrica Perucchietti...

Si tratta, dunque, di una polmonite. Ma c'è chi sospetta che sia altro e si moltiplicano le ipotesi. Lei che idea si è fatta? E cosa comporterebbe una situazione di salute ancora più precaria della candidata democratica per il partito e il Paese americano?
"La prima versione era stata un colpo di caldo, poi si sono dovuti correggere e dire polmonite. Se fosse stata però una polmonite e l'avessero saputo già venerdì sera non avrebbero dovuto farla uscire. I sintomi mostrati ripetutamente non sono quelli da polmonite, perché oltre a questa tosse convulsa ha degli spasmi muscolari che le fanno anche avere espressioni facciali non controllate. Diverse fonti autorevoli parlano di stanchezza, del fatto che dopo un comizio abbia bisogno di dormire per ore e quindi di un affaticamento cronico".

Lo stress peggiorerà la cosa? Da Presidente sarà sicuramente sotto stress.
"Sicuramente, lei ha il ruolo di potere più importante dell'Occidente. Per questo è importante capire la sua condizione di salute, al momento non è stata pubblicata la sua cartella medica. Il suo medico, mi sembra, aveva parlato di una donna di 67 anni in salute con problemi di ipotiroidismo. Ci sono altre notizie inquietanti, ad esempio aveva fatto il giro del mondo l'immagine di lei con degli occhiali che sono quelli per correggere la diplopia, cioè la visione doppia. Ovviamente le insinuazioni sono diverse".

Hillary Clinton, Perucchietti: 'Per far spazio al vicepresidente? Quella foto con Soros...'
Chi è complottista si chiede a cosa vogliono arrivare nel candidare qualcuno che è in difficoltà. Magari è più manovrabile? L'importante è l'immagine di questi leader, poi comanda qualcuno dietro?

"Questo quesito suscita almeno due risposte. La prima è che basta avere un burattino, il cui nome però sia forte e che in qualche modo possa catturare su di sé il consenso pubblico. L'altra ipotesi, ventilata anche da Becchi, riguarda la legge americana. Se il Presidente dovesse lasciare, dimettersi o morire, gli succederebbe automaticamente il vice. In questo caso sarebbe Tim Kaine. Senatore della Virginia, cattolico, ma anche colui che ha favorito il Ttip. Insomma, un personaggio legato alle lobby e non a caso immortalato in una fotografia insieme ad Alexander Soros, figlio di George Soros. Quindi o serve il burattino che può essere meglio eterodiretto da chi governa, oppure si vuole arrivare a farle succedere il vicepresidente? Una persona magari meno blasonata della Clinton, ma più consenziente?".

La famiglia Clinton ne esce maluccio in quanto a bugie, dallo storia di Bill fino ad oggi. Una famiglia di spregiudicati, di manovrati? Lei come la definirebbe?
"Una famiglia ambigua e sicuramente a ambiziosa. Mi inquieta molto il fatto che i giornalisti, anche molto autorevoli, che in queste settimane hanno cercato di documentare lo stato di salute della Clinton siano stati prontamente censurati. Se ne parla da molti mesi negli Stati Uniti, la questione è davvero importantissima. Penso che per quanto sia un clan blasonato e potente, abbia dietro evidentemente qualcuno di molto forte. Non a caso Soros ha sempre appoggiato la candidatura della Clinton. Immagino che ci sia qualcuno potente e autorevole dietro di loro, sennò non si spiegherebbe il fatto di candidare una persona che ha dei problemi di salute. Quali non lo sappiamo...".
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]