Amatrice querela Charlie Hebdo, Fulvio Abbate: "É la satira francese gente, conquista del '68"

12 settembre 2016 ore 12:39, Andrea De Angelis
Il Comune di Amatrice querela Charlie Hebdo. Il legale del municipio questa mattina ha depositato, presso la procura del tribunale di Rieti, una denuncia-querela per diffamazione aggravata relativa alla vicenda delle vignette pubblicate dal periodico francese Charlie Hebdo. L’atto è stato presentato dall’avvocato Mario Cicchetti, in qualità di legale dello stesso Comune colpito dal sisma del 24 agosto. "Imbarazzante satira sui morti", aveva commentato Sergio Pirozzi, sindaco di Amatrice. Ma sono tutti d'accordo? Non proprio, almeno sentendo le dichiarazioni del giornalista e scrittore Fulvio Abbate, intervistato da IntelligoNews...

É giusto o sbagliato querelare Charlie Hebdo per diffamazione aggravata?
"Evidentemente nessuno ha spiegato al Comune che la Francia ha inventato la satira. Da Honoré Daumier, grande artista che nell'Ottocento ha disegnato gli avvocati e i giudici in tutta la loro miseria, fino a Charlie Hebdo, giornale nichilista che non guarda in faccia nessuno perché questo è il dovere della satira". 

Quindi per lei non è diritto del Comune querelare la satira? 
"Si vada piuttosto a studiare la satira. Charlie Hebdo ha ironizzato anche rispetto ai propri morti. Immaginare che si possa querelare chi fa satira anche su se stesso...". 

Amatrice querela Charlie Hebdo, Fulvio Abbate: 'É la satira francese gente, conquista del '68'
Quindi a lei quella vignetta è piaciuta, è satira?

"Il problema non è la qualità della vignetta. In un primo momento l'avevo letta come una vignetta che muove dai soliti luoghi comuni, cosa siamo noi italiani nel mondo? Anzi, nell'universo? Siamo cuochi. In realtà poi quella vignetta se letta meglio punta il dito contro alcuni principi della tutela delle nostre case, compresi i criteri antisismici".

Quindi per lei sbaglia il sindaco Pirozzi?
"Ma nella maniera più assoluta! Charlie Hebdo fa ironia anche su se stesso. Quindi qualcuno spieghi al Comune che cos'è la satira e la satira francese, che viene dal '68 e ironizza anche sulle donne, gli handicappati, gli omosessuali, gli ebrei, il Papa, Dio, patria, famiglia. Su tutto. Questa è una conquista di decenni di lotta". 


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]