Tiziano Ferro, dopo Brosio, invita il Papa

13 aprile 2015, Marta Moriconi
Tiziano Ferro, dopo Brosio, invita il Papa
"Invito Papa Francesco al mio concerto": è l'annuncio di Tiziano Ferro in un'intervista a La Repubblica. Solo venerdì siamo stati tempestati dalle foto di Paolo Brosio finalmente ricevuto dal Papa. Ora, da Latina al Vaticano, Tiziano sogna di incontrare Papa Francesco e per un motivo:
 "Ogni tanto mi dà l'impressione di stare dalla stessa parte della barricata in cui mi trovo io".

La barricata di cui parla è quella di un omosessuale - il suo coming out è di un anno fa - che crede e spera. In Francesco. 

Proprio alla domanda sulla questione dell'omosessualità, Tiziano Ferro risponde: "Mi piacerebbe ma penso che la questione sia da vedere in modo più generale. Il problema è la difficoltà di sentirsi liberi di vivere nel proprio paese, riconosciuti e supportati, questo parte dall'impossibilità di sentirsi famiglia per persone che non hanno un contratto istituzionale, dalla non protezione di un certo lavoro intellettuale e anche quindi dall'essere omosessuali".

E il 21 giugno Papa Francesco sarà Torino, proprio il giorno prima del concerto di Tiziano impegnato  in tutta Italia col suo tour: "Quindi a essere sincero - dice- ce lo vedrei bene al concerto, insomma mi piacerebbe invitarlo, anzi approfitto di quest'intervista per farlo ufficialmente. È assurdo, lo so, ma mi piacerebbe". 

Gli piacerebbe sì, anche perché ha un domanda per lui che riguarda la sua sessualità e i diritti che sogna: "La cosa che più mi fa male non è tanto che non si facciano grandi passi avanti ma che non ci sia la percezione che questi passi vadano fatti. La vera domanda che vorrei fargli è se secondo lui verrà mai il momento in cui tutti potremo sentirci liberi di essere quello che siamo".
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]