Calendario 2016 del WWF, ogni mese sarà "guerra all'estinzione"

13 dicembre 2015 ore 10:28, Americo Mascarucci
Calendario 2016 del WWF, ogni mese sarà 'guerra all'estinzione'
Perché preoccuparsi della difesa dell’ambiente e delle specie animali più a rischio soltanto in alcuni particolari momenti dell’anno magari in concomitanza di qualche iniziativa? 
Perché invece non concentrare l’attenzione sulla necessità di conservare e proteggere la natura tutto l’anno? 
Con questo spirito il WWF  ha deciso di dedicare alle specie in via di estinzione un intero calendario, quello del prossimo anno 2016. 
Dall’orso polare all’elefante africano passando per la tigre del Bengala, ogni mese dell’anno sarà accompagnato da una determinata specie che in pratica ne diventerà il simbolo. 
In questo modo, sfogliando il calendario mese dopo mese e ammirando le foto poste a corredo dell’elenco dei giorni, avremo occasione di ricordare che nel mondo ci sono esemplari di animali pregiati ed unici nel loro genere che rischiano di scomparire a causa dei cambiamenti climatici che stanno manipolando l’equilibrio naturalistico, paesaggistico ed ambientale, ma anche per colpa delle attività umane, soprattutto la caccia, dal momento che alcuni di questi animali sono appetibili per le loro pelli, per le carni e per produrne ornamenti. 
Il messaggio appare chiaro, è quello di non abbassare mai la guardia e di tenere sempre ben a mente che esistono straordinari esemplari di felini, tartarughe, uccelli, mammiferi ecc. che hanno visto drasticamente diminuita la propria esistenza fino a rasentare l’estinzione. 
Le specie a rischio sono ovviamente molte più di dodici, quindi il calendario ne ha potuto contenere soltanto una parte. Ma alla fine è appunto il messaggio quello che conta, quello cioè di salvare queste specie tutto l’anno, non soltanto in particolari momenti.
Il ricavato delle vendite dei calendari sarà devoluto per favorire le azioni a tutela delle specie in estinzione. 

Il calendario è aperto nel mese di gennaio dal Leopardo delle nevi, ossia la specie più in pericolo che ha visto ridotta del 20% la propria popolazione negli ultimi 16 anni. L'animale, che abita la catena dell'Himalaya, è gravemente minacciato di estinzione a causa del bracconaggio e delle attività umane e per gli effetti del cambiamento climatico, che potrebbero ridurre di oltre un terzo il suo habitat.
Il calendario si vende online sul sito Pandagift con una donazione minima di 12 euro e i progetti che finanzierà saranno 2.000, in Italia e nel mondo.




caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]