Ballottaggio Torino, Boschi-Appendino: è bufera su "soldi, ricatti e bugie"

13 giugno 2016 ore 20:55, intelligo
di Mario Grassi

La tornata di ballottaggio a Torino, è stata al centro dello scontro televisivo tra il sindaco uscente Piero Fassino e la candidata dei Cinquestelle Appendino che si sono trovati a confrontarsi di nuovo, due giorni dopo il dibattito su Sky.
 

Ma in aiuto al sindaco uscente Pd arriva il ministro Maria Elena Boschi, secondo la quale la vittoria della grillina metterebbe a rischio i fondi per 250 milioni già stanziati per la Città della salute, in quanto l’M5s è “contrario”. Seguono polemiche e precisazioni: i 5 Stelle vogliono il nuovo plesso sanitario, ma propongono un progetto differente. Dal confronto sono venute fuori posizioni del tutto opposte. Da una parte la Appendino accusa lo sfidante di fornire “una narrazione non corretta” della situazione di “una città divisa“, segnata dalla crisi, dove i “bisogni di tante persone sono inascoltati”. Fassino ha risposto che la sua avversaria manca di “onestà intellettuale” e ha difeso l’attività propria amministrazione: “Non ho mai negato la crisi. Anzi, abbiamo lavorato per aiutare gli strati della popolazione che l’hanno patita di più”. “E se la Fiat è rimasta a Torino – ha anche detto – è grazie a persone come me”. 
Ballottaggio Torino, Boschi-Appendino: è bufera su 'soldi, ricatti e bugie'
 
In sostanza o si procede secondo quanto già prestabilito o non se ne fa nulla. Tralaltro, ha spiegato la Appendino proprio dalla Annunziata, il M5s non è contrario all’opera, ma vuole farla in modo diverso. Tutto ciò ha dato vita ad una bufera su Twitter tra la Boschi e la Appendino. “Mi stupiscono le spiegazioni della Boschi. Mi pare che il Pd tratti i soldi dei cittadini come se non fossero dei cittadini ma del partito. Non credo che un governo possa fare differenze in base al partito. Sarebbe un ricatto”. La ministra ha replicato: “Ma perché la Appendino dice bugie su di me? Parli di Torino, non del Governo”. A stretto giro arriva la risposta con link all’intervista: “Quindi smentisce queste sue parole?”. E Boschi: “Confermo. Se rinunciate al progetto, rinunciate al finanziamento. Non è un ricatto. Legga Chiamparino”. Ossia l’intervista che Sergio Chiamparino aveva rilasciato al quotidiano La Stampa su questo progetto e che secondo la ministra avrebbe dovuto chiudere la polemica, visto che era esplicitata la posizione del Movimento Cinque Stelle in proposito.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]