Coldiretti arcobaleno: patate blu e pomodori gialli a tavola

13 maggio 2015, Micaela Del Monte
Coldiretti arcobaleno: patate blu e pomodori gialli a tavola
La spesa arcobaleno fa capolino nella vita degli italiani e a presentarla, ovviamente all'Expo di Milano, è stata la Coldiretti.

Patate blu, peperoni neri, pomodori gialli, carota viola e basilico rosso. Tante novità che nel nostro Bel Paese non siamo abituati a trovare nei supermercati di quartiere e che forse ci fanno anche un po' impressione, ma che in realtà fanno proprio parte del nostro "repertorio".

Un progetto quello di Coldiretti che ha lo scopo di mettere in mostra la biodiversità dell’agricoltura italiana, un modo per riportare alla luce prodotti che rischiavano di andati perduti ma che hanno invece grandissime proprietà nutritive e salutari grazie appunto al loro, per noi, insolito colore. Così a Milano vanno in scena le gallerie dei prodotti alimentari perfetti nella loro specificità che, a rotazione settimanale, saranno protagonisti nel padiglione No farmers no party, per far conoscere la grande diversità del vero Made in Italy alimentare, salvato dall’omologazione grazie all’impegno degli agricoltori italiani.

Coldiretti arcobaleno: patate blu e pomodori gialli a tavola
Le patate blu del Trentino, grazie alla loro polpa blu mare, sono ricchissime di antociani, che migliorano la vista e prevengono il deposito di colesterolo nei vasi sanguigni, di grande effetto se trasformate in un divertente purè blu. Le patate dalla buccia rossa dell’Umbria, hanno un alto contenuto di sostanze antitumorali e antiossidanti, tra cui gli acidi fenolici e gli antociani, responsabili inoltre della pigmentazione rossa. C’è anche il pomodorino zebrato, che non è solo bello da vedere, ma anche buono per il palato e per la salute. Leggero, rimineralizzante, dissetante – la sua polpa è molto più scura rispetto a quella di un pomodoro normale, perché contiene più licopene, dal fortissimo potere antiossidante, e possiede un alto contenuto di tutte le vitamine idrosolubili. È tornato sul mercato anche il pomodoro giallo, della stessa tonalità di quello originale scopertcao nelle Americhe e apparso in Europa alla fine del ’500. Il colore giallo denota un alto contenuto di beta-carotene, precursore della vitamina A che previene problemi alla vista, agli occhi e alla pelle e che, essendo un antiossidante naturale, rafforza il sistema immunitario da raffreddori, tosse e infezioni, proteggendo inoltre le cellule dai processi di invecchiamento e dall’azione nociva di tossine e da neoformazioni (specialmente a prostata, laringe, esofago e stomaco). 

Multicolore è anche il mais, che si può oggi trovare bianco-perla per la cariosside vitrea, che presenta caratteristiche qualitative superiori per l’ottenimento di farina bianca da polenta, ma a differenza di quanto si possa immaginare, ingannato dal nome, la polenta ottenuta si presenta più scura. C’è anche il mais di colore rosso, che è una fonte di acido folico e vitamina B1 e presenta una buona quantità di ferro e di altri minerali, utili in caso di anemia.

E se oltre oceano questo tipo di alimenti è considerato routine qui sono ancora un enorme taboo e a sfatarlo non poteva essere che l'Expo made in Italy e la Coldiretti.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]