In Ghana i bambini in altalena e sulla giostra producono energia

13 marzo 2015, Marta Moriconi
In Ghana i bambini in altalena e sulla giostra producono energia
Solo qualche giorno fa avevamo parlato della "Pee Power" toilette, ossia della possibilità di creare elettricità dall’urina. Il nuovo water tecnologico, nato in collaborazione con Oxfam, era stato installato a Bristol nel campus dell'Università del West England. 

Ora scopriamo che in Ghana i bambini producono energia mentre giocano. Grazie all’Organizzazione No Profit Empower PlaygroundSuccede, sull’isola di Pediatorkope altalene e piccole giostre sono diventate come una lampadina, perché sono state installate delle turbine sopra in grado di ricaricare con il movimento lampade a batteria. 

Così mentre i bimbi giocano, l'energia non è solo quella che hanno loro fisicamente, ma anche quella che producono ondulando sull'altalena. 

E, una volta cariche le batterie, i bimbi se le possono portare a casa per utilizzarle a casa anche perché spesso non sono illuminate e avere la corrente è un'eccezione. 

E George Thompson, project manager dell’Ong che ha avuto l'idea spiega così questo "miracolo africano" che per ora è attivo in 42 parcogiochi ecologici: “Il nostro obiettivo non è guadagnare soldi o fare profitti ma abbiamo bisogno di soldi per rendere il sistema e il progetto sostenibili".

Così si insegna il rispetto dell'ambiente e lo sviluppo sostenibile e giocando si impara. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]