8 bambini morti nella casa degli orrori: ora la Germania, un anno fa l'Australia

13 novembre 2015 ore 22:29, Andrea De Angelis
8 bambini morti nella casa degli orrori: ora la Germania, un anno fa l'Australia
La polizia tedesca ha reso noto di aver rinvenuto in una abitazione a Wallenfels, in Baviera, i resti di otto neonati. Ieri intorno alle 16, una donna ha allertato i soccorsi. Le forze di polizia intervenute sul posto hanno scoperto diversi corpi di neonati. I poliziotti avevano in un primo momento ritrovato i corpi di due neonati in una casa di Wallenfels, a nord di Norimberga, nella Franconia, dopo la chiamata di una vicina di casa. 

Il sospetto che la madre dei due neonati, una 45enne titolare di un chiosco nella cittadina, potesse aver nascosto altri corpi di bambini è stato confermato dall'ulteriore ritrovamento di 6 corpi: il totale è di 7. "I corpi sono in pessimo stato", ha detto un portavoce della polizia. La donna non è stata ancora rintracciata ed è ricercata.

Una storia questa che ha un clamoroso precedente con tanto di identici numeri e, soprattutto, risalente praticamente a un anno fa, seppur in un luogo decisamente diverso da quello di oggi.
Lo scorso 19 dicembre, come molti ricorderanno, otto bambini furono trovati morti in una località del Queensland a pochi giorni dal tragico epilogo del sequestro di 17 persone in un caffè del centro di Sydney. I bimbi, il più piccolo 18 mesi, il più grande di 15 anni, furono uccisi a coltellate in una casa del quartiere povero di Manoora, a Cairns, centro turistico sulla costa nordest dell'Australia, in una zona abitata prevalentemente da aborigeni.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]