Zingaretti cancella ticket sanitario dal 2017: tutti i risparmi per i cittadini

13 novembre 2016 ore 14:42, Andrea De Angelis
Secondo il Governatore i cittadini risparmieranno "20 milioni di euro". L'accordo è dunque ufficiale e riguarda la cancellazione di un ticket introdotto meno di dieci anni fa, esattamente nel 2008 e che prevedeva un contributo aggiuntivo al ticket nazionale di 15 euro per risonanza magnetica e tac, 4 euro per visita specialistica ambulatoriale e 5 euro per fisiokinesiterapia.

Addio, dunque, al ticket regionale aggiuntivo a quello nazionale. Una buona notizia per le cittadine e i cittadini laziali, al punto da far dire a Zingaretti che "la giornata di oggi è dedicata alla giustizia sociale e segna uno spartiacque nella storia del Lazio". L'abolizione del pagamento di quella quota è così ufficiale dopo la firma di "un verbale con Cgil, Cisl e Uil" avvenuto nella mattinata di venerdì.

Zingaretti cancella ticket sanitario dal 2017: tutti i risparmi per i cittadini

Il ticket regionale che verrà abolito a partire dal primo giorno del nuovo anno era stato introdotto otto anni fa dall'allora giunta guidata da Piero Marrazzo quando il disavanzo sanitario era di circa 1,6 miliardi.
"Fino a oggi ha rappresentato un ulteriore esborso da parte dei cittadini che abbiamo valutato intorno ai 170 milioni di euro complessivi.  Oggi che i conti della sanità del Lazio stanno in ordine era doveroso togliere questa misura e pertanto restituire circa 20 milioni di euro all'anno ai cittadini", fa notare Alessio D'Amato a capo della cabina di regia della sanità regionale.
Zingaretti ha poi parlato del prossimo traguardo da tagliare, ovvero la "riduzione delle liste d'attesa". "Stiamo preparando un provvedimento che investendo sul personale e sull'allungamento degli orari delle strutture ambulatoriali aprirà una fase nuova", ha detto. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]