SabMiller più InBev: è il colosso della birra. Quali le più bevute al mondo?

13 ottobre 2015, Adriano Scianca
SabMiller più InBev: è il colosso della birra. Quali le più bevute al mondo?
Nasce il supermarchio del luppolo: con l'acquisizione della sudafricana SabMiller, che controlla anche la “nostra” Peroni, da parte del gruppo belga Inbev, a cui fanno capo i marchi Budweiser, Beck's, Corona e Stella Artois, nasce ora un colosso della birra che produrrà un terzo dei boccali bevuti ogni giorno nel mondo.

InBev ha ottenuto il via libera per l'acquisizione di Sabmiller per 68 miliardi di sterline (91 miliardi di euro). Il nuovo gruppo avrà sede legale in Belgio. 

Ma quali sono i maggiori marchi di birra del mondo? 

La classifica presenta delle sorprese, perché oltre alle bionde classiche che siamo abituati a vedere nelle nostre birrerie, fra le più vendute troviamo anche birre da noi sconosciute ma che spopolano su mercati emergenti. 

Ormai da qualche anno, il più grande marchio di birra al mondo è la Snow, bevanda cinese ma di proprietà di SabMiller (e quindi compresa nelle maxi-fusione di queste ore). Un colosso da 103 milioni di ettolitri all'anno. 

Il secondo classificato ha ancora gli occhi a mandorla, ma stavolta la proprietà è anch'essa orientale: parliamo di Tsingtao, la classica birra che troviamo anche nei nostri ristoranti cinesi. 

Al terzo posto un marchio più familiare, anche se da noi la versione leggera è ancora poco conosciuta: parliamo della statunitense Bud Light

La più classica Budweiser, ben nota anche in Italia, su scala mondiale è quarta. Come abbiamo visto, anche Bud fa parte della scuderia Inbev. 

Al quinto posto troviamo un altro prodotto “Brics”, ovvero la brasiliana Skol. Altra birra di casa Inbev, peraltro. 

Il sesto posto vede il ritorno della Cina: parliamo della birra Yanjing, la "state beer of China". 

Conosciutissima e bevutissima anche da noi, al settimo posto, la Heineken, marchio olandese di ben 142 anni. 

Per sapere qual è l'ottava birra più bevuta al mondo dobbiamo tornare in Cina, con la Harbin (Cina). 

Nono posto, altra marca di Ab InBev, questa volta sul mercato brasiliano: la Brahma

Chiude una bionda molto bevuta in America, la statunitense Coors Light.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]