Tosi pensa a un movimento per scalare la leadership del centrodestra e guarda alla Meloni

13 settembre 2013 ore 15:11, intelligo
Tosi pensa a un movimento per scalare la leadership del centrodestra e guarda alla Meloni
Lavori in corso a Verona. Il percorso di avvicinamento di Flavio Tosi verso il lancio di un movimento capace di competere a livello nazionale continua sotto traccia. Entro la fine del mese verrà lanciata la fondazione che servirà come  trampolino da cui tentare la scalata alla leadership del centrodestra.
In queste settimane Tosi sta anche lavorando per rafforzare la sua struttura di comunicazione. L'obiettivo è chiaro: uscire dall'ambito locale e proiettarsi verso la grande sfida nazionale e misurare il suo potenziale rispetto alla platea politica di centro sud. Bisogna anche individuare un nome perché ovviamente la scarna Lista Tosi non può essere spendibile per un progetto nazionale. I compagni di avventura, per il momento, sono soprattutto il leghista e vicepresidente della Provincia di Verona Fabio Venturi e Andrea  Miglioranzi, già in prima fila nell'organizzazione del listino del sindaco. In  prospettiva però resiste l'intenzione di stringere un patto d'acciaio con Giorgia Meloni, alleato indispensabile per tentare la conquista del Centro-Sud. Non sarebbe, invece, decollata la partnership con Corrado Passera. Dopo l'entusiasmo del sindaco di Verona che a gennaio scorso propose l'ex ad di Intesa come candidato premier, ora le intenzioni sono cambiate. Tosi si sente pronto per una avventura in prima fila. E lo stesso vale per Passera. E  difficilmente uno dei due accetterà di prestarsi a fare lo "scudiero" dell'altro.  Tosi che per il momento intende rafforzare la propria immagine nelle regioni  del Nord ha sempre in mente le primarie del centrodestra. Uno strumento che gli consentirebbe di poter parlare a una platea ampia e dimostrare di non essere solo un leader locale. Il tutto nell'ottica di una sfida a Matteo Renzi. Un confronto tra sindaci che, nell'ottica del primo cittadino scaligero, sarebbe quello più naturale per l'Italia di domani.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]