Barani (Gal) fa il prof: corsi di educazione sessuale e sanitaria ai parlamentari

13 settembre 2013 ore 17:31, intelligo
Barani (Gal) fa il prof: corsi di educazione sessuale e sanitaria ai parlamentari
Corsi di educazione sessuale e sanitaria. Nelle scuole? No, in Parlamento. È questa l'idea (ironica, of course) di Lucio Barani, senatore del gruppo Grandi Autonomie e Libertà.
A distanza di diversi giorni dall'affaire che ha visto coinvolta la deputata grillina - che recandosi nell'ambulatorio di Montecitorio si è vista rifiutare la prescrizione della pillola del giorno dopo da un medico obiettore di coscienza – in Aula ancora se ne parla. Tutti hanno voluto prendere posizione sulla vicenda: dalla socialista Pia Locatelli a Eugenia Roccella passando pure per il senatore-medico grillino, Maurizio Romani. Ma a mettersi a disposizione della giovane pentastellata è stato proprio Barani: «Mi faccio avanti io – ha detto - mi metto a disposizione come medico, socialista e non obiettore, per prescrivere ai colleghi parlamentari che ne abbiano bisogno la pillola del giorno dopo. A patto che insieme alla prescrizione mi venga permesso di fare un po' di informazione sugli altri metodi anticoncezionali». Poi è tornato a puntare il dito, come da copione, contro la Casta: «La collega grillina poteva fare la fila alla Asl o passare da un consultorio, come tutti i comuni mortali. Perché non l'ha fatto? Perché preferisce l'ambulatorio interno? Se il tutto è accaduto a Montecitorio - osserva Barani - alla fine la deputata forse aveva ragione a rivolgersi all'ambulatorio per ragioni di urgenza, perché dovendo votare non poteva essere distolta dai suoi compiti istituzionali. Stoccata finale ai 5 Stelle, condita da un pizzico di ironia: «Andrebbe predisposta alla Camera e al Senato un'educazione sanitaria e sessuale, visto che esistono anche metodi preventivi che fanno in modo di non dover ricorrere all'intervento della pillola del giorno dopo. Mi sono chiesto a lungo come passassero il loro tempo alla Camera, e finalmente ho avuto la risposta: sono umani anche loro, hanno pulsioni che io condivido, e ci mancherebbe. Però – ha concluso - se posso permettermi, stiano più attenti».
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]