Rivoluzione in Uk: in arrivo la “New Fiver”, banconota in plastica

13 settembre 2016 ore 12:07, Luca Lippi
Al debutto oggi in Gran Bretagna la “New Fiver” una nuova banconota da 5 sterline realizzata in un polimero molto più resistente della carta.
La nuova banconota da 5 sterline, con l’effige della Regina sul fronte e di Winston Churchill sul retro, avrà circolazione e validità immediata, anche se ci vorranno un paio di settimane prima che cominci effettivamente a diffondersi.
Caratteristiche
Sono due volte e mezzo più resistenti rispetto a quelle di cartamoneta, in uso da più di 300 anni. Sono dunque destinate a durare di più di quelle su carta, al punto da superare indenni persino un eventuale lavaggio in lavatrice; resteranno integre e pulite più a lungo, grazie alla capacità della plastica di resistere allo sporco e all’umidità. Ma soprattutto, spiegano gli esperti, saranno più difficili da contraffare grazie alla particolarità del materiale utilizzato.
Per informare privati e aziende sulle caratteristiche della nuova banconota la Bank of England ha realizzato un app e un sito dedicato (www.thenewfiver.co.uk) ricco di informazioni pratiche. Tra queste, le dieci “regole” per verificare che la banconota da £5 sia autentica. 
1. Sul fronte la banconota deve avere una “finestra” trasparente con un ritratto della Regina e la scritta £5 Bank of England scritta due volte attorno al bordo.
2. Sopra la finestra si trova un immagine della Elizabeth Tower (il Big Ben): l’immagine deve apparire color oro davanti e color argento sul retro. Girando in mano la banconota si osserva un effetto arcobaleno.
3. Sia il bordo della finestra che il simbolo £ devono cambiare colore (da viola a verde) quando si gira la banconota
4. Sul davanti della banconota c’è una sezione argentata con la scritta “Five”. Girando la banconota, il testo cambia in “Pounds” e si osserva un effetto multi-colore.
5. L’immagine della corona (in alto a sinistra) appare in 3D. Girando la banconota si osserva un effetto arcobaleno.
6. Sul retro, è presente un cerchio verde con una serie di lettere che compongono la parola Blenheim (il luogo natale di Churchill)
7. Le parole “Bank of England” e il numero 5 in basso a destra sono stampati in rilievo
8. Le linee e i colori devono essere nitidi, chiari e privi di sbavature o aree sfocate
9. Con una lente di ingrandimento è possibile vedere, sotto il ritratto della Regina, il valore della banconota scritto in lettere (“Five”) e in numero.
10. Osservando la banconota sotto una luce ultra-violetta, si deve vedere il numero 5 in rosso e verde brillante, mentre il resto dello sfondo rimane scuro.

Rivoluzione in Uk: in arrivo la “New Fiver”, banconota in plastica


Prossime emissioni
L’anno prossimo entrerà in circolazione la banconota in plastica da 10 sterline con la scrittrice inglese Jane Austen e entro il 2020 quella da 20 con il pittore William Turner.
La decisione di introdurre le banconote di plastica era stata presa dopo sei anni di ricerche e una consultazione pubblica svolta dalla Banca di Inghilterra nell’autunno del 2013: dei funzionari avevano mostrato i prototipi delle nuove banconote nei centri commerciali e ai gruppi finanziari in tutto il paese, e l’87 per cento dei 13 mila intervistati si era detto favorevole alla loro introduzione.

Precedenti di banconote in plastica
Le banconote di materiale plastico sono state introdotte per la prima volta in Australia nel 1992 e da allora in molti paesi tra cui il Brunei, la Nuova Zelanda, la Romania, Israele e il Canada, il paese natale di Mark Carney, governatore della Banca di Inghilterra. 

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]