Parla Adriana Poli Bortone: "Due parole a Fitto. E alla Meloni dico: no alla Balena Bianca"

14 aprile 2015, Marta Moriconi
Il rompicapo pugliese continua. Dopo la riunione serale di FdI per decidere se la candidatura di Adriana Poli Bortone, leader di Io Sud, movimento che ha aderito a Fratelli d’Italia, sarà quella di Forza Italia e anche di Fitto (perché ormai il partito e Raffaele appaiono sempre più divisi), gli analisti sono al lavoro con retroscena e analisi anche fantasiose.
Parla Adriana Poli Bortone: 'Due parole a Fitto. E alla Meloni dico: no alla Balena Bianca'
IntelligoNews
ha sciolto gli interrogativi di queste ore proprio con Adriana Poli Bortone. L’ex sindaco di Lecce, già ministro, aspetta di sapere (anche lei) come è andata a finire la riunione di ieri, intanto invia un messaggio a Fitto e respinge ogni ipotesi di ticket. Quanto a Emiliano, risponde al suo simpatico tweet con altrettanta ironia. 


Dalla riunione di ieri secondo Libero è emerso un no alla Poli Bortone della Meloni e il sostegno a Schittulli. Altri dicono che se Fitto l’appoggerà Giorgia aprirà. Qual è la verità Poli Bortone? 

“Intanto dico che ieri la Meloni non mi ha telefonato dopo la riunione. Io non sono riuscita ad andare, perché d’altra parte dovendo parlare di me era preferibile che non ci fossi, così hanno potuto confrontarsi liberamente. Per quanto riguarda Fitto credo che non dovrebbe avere problemi nei miei riguardi, perché quando si è trattato di Lecce, alle amministrative del 2012, è stato proprio Fitto a venire da me a chiedermi di non presentare liste alternative al suo candidato, Perrone, per fare in modo che il centrodestra fosse unito. Io ho messo da parte diverse situazioni antipatiche che si erano create nel tempo, proprio per evitare che Lecce finisse nelle mani della sinistra. Così come abbiamo avuto l’intelligenza di mettere da parte rancori e scortesie fatte a suo tempo e conciliare le diverse esigenze, allo stesso modo penso che Fitto abbia interesse – dopo due sconfitte che ci sono state in Puglia-  a mettere da parte qualsiasi problema per ritrovare, proprio con me, un percorso comune”. 

E sull’ipotesi ticket…

“La fermo subito. Nessuno ha mai parlato di ticket, per cui non so da dove sia uscita questa cosa. Il problema della rottura con Schittulli non è stato il ticket - che nessuno aveva proposto - perché non ce n’è alcuna necessità, ma è stata la richiesta che Fitto aveva fatto a Fi di avere un certo numero di candidati. C’era un problema che, secondo me, avremmo dovuto affrontare tutti. Noi l’abbiamo fatto, Schittulli non l’ha fatto”. 

Ieri ha dichiarato di essere pronta a uscire da Fratelli d’Italia se la Meloni non l’appoggiasse. E’ così?

“Io non ho capito chi l’ha detto”. 

E’ uscito un comunicato con il virgolettato delle sue parole…

“Io non ho fatto alcun comunicato in questo senso. L’hanno fatto uscire quelli di Un Giorno da Pecora che si parlano addosso e non sentono quello che dicono gli altri”.

Allora la domanda è un’altra: come vanno i rapporti con Fdi e Meloni? 

“Mah, noi abbiamo aderito come componente meridionalista alla costituente della Meloni, perché crediamo che lei- anche con l’aiuto di tanti di noi - voglia ricostruire una destra che in Italia non c’è più. Non voglio credere e non posso credere alle illazioni maliziose che vedono un disegno della Meloni intenta a ricostruire una sorta di nuova balena bianca con Fitto e Tosi. Non ci posso nemmeno pensare”

E se ci sarà una nuova balena bianca lei non ne farà parte? 

“E’ un’ipotesi politica che non mi riguarda, non sarei proprio d’accordo. Noi siamo entrati nella Costituente di Fdi quando hanno acquisito An. Abbiamo visto la voglia di ricostruire la destra con dei soggetti bravi, giovani, come la stessa Meloni. Ma se ci dovesse essere dietro un disegno differente, come qualcuno, in questi giorni vuole maliziosamente insinuare, non ci vedrebbe partecipi”.

I leghisti tifano Poli Bortone. Raffaele Volpi, intervistato proprio da noi ieri e braccio destro del segretario leghista per il progetto Noi con Salvini, ha speso parole di stima e sostegno per lei. Come commenta? 

“Mi fa piacere che questa nuova Lega sia, appunto, nuova e diversa dalla Lega di Bossi legata soltanto all’ottenimento del federalismo fiscale con un anti-meridionalismo accentuatissimo. Mi sembra che Salvini voglia dare un’impronta più nazionale agli obiettivi della Lega con un interesse per alcune situazioni del Mezzogiorno d’0Italia che vanno dal lavoro alla sanità fino all’immigrazione”. 

Al tweet di Emiliano a Underwood, “Aiutami a trovare un candidato di destra per la Puglia”, cosa risponde? 

“Emiliano è sempre uno spiritoso. Chiunque sarà, saprà certamente essere un avversario che gli terrà testa”. 

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]