L’Austria si difende, il Ministro della Difesa blinda il Brennero avvertendo l’Italia

14 aprile 2016 ore 17:17, Luca Lippi
L'Austria "in caso estremo" potrebbe chiudere completamente il Brennero. Lo ha detto il ministro della Difesa austriaco Hans Peter Doskozil - secondo quanto riporta l'agenzia Apa - durante una riunione del suo partito, lo Sphe, a Innsbruck.
Se l'Italia continuasse a far passare i profughi e non prendesse indietro i respinti, con il Tirolo trasformato in "sala d'attesa", "chiederemo all'Italia di poter controllare noi, anche sul suo territorio". Pronti, nel caso più estremo, a chiudere i confini, ha ribadito.
L'Austria - ha ricordato - ha fissato un tetto di 37.500 richieste d'asilo per quest'anno ma finora sono già arrivate 16.550-17.000 domande.

L’Austria si difende, il Ministro della Difesa blinda il Brennero avvertendo l’Italia

Quelle del ministro della difesa austriaco Hans Peter Doskozil sono affermazioni che "non sono di utilità per nessuno e sicuramente non portano a quell'atteggiamento coordinato tra gli Stati che invece sarebbe necessario". Lo dice il segretario politico Svp Philipp Achammer, ricordando come il suo partito si sia già espresso più volte contro i controlli al confine del Brennero. "La Svp - afferma Achammer - ha sottolineato in maniera estremamente chiara che una soluzione al problema dei profughi si potrà avere soltanto attraverso un modo di operare comune.
Perciò gli Stati debbono intensificare i propri sforzi per una soluzione concordata". Achammer afferma infine di avere "comprensione per la particolare situazione in cui si trova l'Austria, ed anche l'Italia - sottolinea - deve fare i suoi compiti a casa. Se proprio i controlli alla frontiera saranno inevitabili, in questo caso dovranno essere ridotti al minimo necessario".

autore / Luca Lippi
Luca Lippi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]