Richard Gere ispirato da Dalai Lama e Papa: anti-terrorismo a colpi di "compassione" (VIDEO)

14 dicembre 2015 ore 10:20, intelligo
Richard Gere ispirato da Dalai Lama e Papa: anti-terrorismo a colpi di 'compassione' (VIDEO)
Sembra il Papa Richard Gere, mentre il primo parlò di "vedere, avere compassione, insegnare", il secondo riferendosi anche agli attentati dell''11 settembre punta tutto sul "noi stessi"
, "siamo noi a doverci salvare con l'empatia e la compassione" ha dichiarato a Che Tempo Che Fa su Rai 3.  L'attore risulta "misericordioso" quanto basta, e in tempi di Giubileo si addice molto questa sua veste spirituale. Lui, che è buddista, ha presentato 'Franny', un film che affronta il tema di chi cerca di ricostruirsi una famiglia attraverso un'orfana (Dakota Fanning): "È un momento in cui la gente cerca un posto dove stare al sicuro, una casa" ed è chiaro come si riferisse all'emergenza immigrazione che anche l'Italia sta affrontando. La sua attività cinematografica e la forte spiritualità ormai vanno di pari passo, essendo il buddismo per lui "una scienza della mente".

Per questo non ha evitato domande sull'attualità, e proprio in riferimento ad una reazione agli attentati terroristici di un mese fa a Parigi si è sentito di suggerire un approccio meno "vendicativo": "Dobbiamo fare una cosa difficile e che ci spaventa molto: capire qual è il punto di vista dei 'cattivi', perché tutti nell'universo cerchiamo la felicità, ciascuno in modo diverso: alla fine anche i 'cattivi' si possono redimere". E Gere di violenze se ne intende, non nel senso di chi le pratica, ma nel senso di chi difende i deboli: era infatti reduce da un incontro con i tibetani fuori dalla città di Bangalore in India e proprio questo suo amore per il Dalai Lama lo ha portato ad avvicinarsi a questa visione più compassionevole della vita. Ma lo zampino è anche di Papa Francesco, che per lui assomiglia al suo Maestro: "Guardate la gioia in questi visi! Ho come la sensazione che abbiano molte cose in comune, perché loro vogliono la nostra felicità, non parlano per loro stessi: mi piacerebbe che si incontrassero".A rendere tutto un poco più frizzante, alla fine ci si è messa Luciana Littizzetto che si è "beccata" un bacio e un abbraccio prima di sponsorizzare l'arrivo nelle sale italiane il 23 dicembre della pellicola il bellissimo "ufficiale gentiluomo".



autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]