Sanremo, vincono gli Stadio parlando di padri (non di "concetti antropologici")

14 febbraio 2016 ore 10:13, Adriano Scianca

Sanremo, vincono gli Stadio parlando di padri (non di 'concetti antropologici')
A sorpresa vincono gli Stadio. Il Festival di Sanremo incorona i trionfatori dell'edizione 2016, si tratta del gruppo di Gaetano Curreri, che si aggiudica il premio grazie al brano “Un giorno mi dirai”. Una rivincita, dato che, rivela poi il cantante, “l’anno scorso non siamo entrati tra i Big del Festival con questo stesso pezzo. Il testo era praticamente identico, ma il provino non aveva il sound Stadio. Il suono non era costruito come nella versione di quest’anno”. Al secondo posto si è piazzata Francesca Michielin con “Nessun grado di separazione” e sul terzo gradino del podio la coppia Caccamo-Iurato con il brano “Via di qui”. A decretare i tre superfinalisti il voto congiunto di giurie demoscopiche, giuria di esperti e televoto sui 16 in gara. 

Gli Stadio si sono aggiudicati altri tre premi: il Premio Bigazzi per la miglior musica, il Premio della Sala Stampa Radio e il premio per la miglior cover del giovedì sera. Il Premio della Critica Mia Martini è andato invece a Patty Pravo, che l'ha dedicato proprio al leader degli Stadio Gaetano Curreri, il quale aveva firmato insieme a Vasco “E dimmi che non vuoi morire”. “Non ci conosce solo un pubblico maturo – ha spiegato Curreri – ai nostri concerti viene un pubblico giovane, innamorato della nostra musica da tanti anni e vede in noi una band vera che fa musica bene, da tanti anni scrive pezzi per altri, lavora per tutti quelli che glielo chiedono. Ci occupiamo di tutto quello che riguarda la musica. Oggi è la festa degli innamorati, noi siamo innamorati della musica, è attraverso la musica che noi quattro abbiamo trovato un legame”. Curiosità: in tempi di polemiche su unioni civili e genitori ridotti a “concetto antropologico”, vince un pezzo dedicato al rapporto di un padre e una figlia: “E mi dirai che un padre / Non deve piangere mai / E mi dirai che un uomo / Deve sapere difendersi”. Forse “concetto antropologico” rovinava la metrica.  

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]