Di Cataldo: fine della telenovela

14 gennaio 2014 ore 11:41, Andrea De Angelis
Di Cataldo: fine della telenovela
Lo scorso mese di luglio le immagini pubblicate su Facebook fecero in poche ore il giro d'Italia: la compagna di Massimo Di Cataldo, Anna Laura Millacci, picchiata a sangue e costretta all'aborto dallo stesso cantante. Adesso, dopo mesi di gogna mediatica, la magistratura ha deciso: l'artista italiano è innocente. Ecco le parole di Daniele Bocciolini, suo legale:
"La relazione medico-legale redatta dai consulenti tecnici del Pm Eugenio Albamonte smentisce le infamanti accuse rivolte al mio assistito. Secondo gli specialisti, non vi è alcuna prova documentale che la signora Millacci sia stata vittima delle riferite lesioni né che il Di Cataldo sia responsabile dell’aborto, che avvenne, invece, in maniera spontanea"
Di Cataldo: fine della telenovela
Perciò, conclude l’avvocato:
"Crolla l’impianto accusatorio a carico del mio assistito, il quale è stato esposto, in assenza di qualsivoglia elemento probatorio, e solo in ragione della sua popolarità, ad una gogna mediatica senza precedenti"
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]