Design e impegno sociale: all'architetto cileno Aravena il Pritzker 2016

14 gennaio 2016 ore 8:44, Adriano Scianca
Il Premio Pritzker 2016, considerato il premio Nobel dell'architettura, è andato al cileno Alejandro Aravena. L'annuncio è stato dato a Chicago dalla Fondazione Pritzker. Nella motivazione, la giuria sottolinea che Aravena si è impegnato per migliorare gli spazi urbani, con "uno sforzo abile, così da rispondere alle sfide sociali ed economiche di oggi". Aravena, 48 anni, succede all'architetto tedesco Frei Otto, vincitore della scorsa edizione. Nato in Cile nel 1967, l'archistar ha conseguito la laurea in architettura presso l'Università Cattolica del Cile nel 1992. Nel 1991, ancora studente, ha partecipato al Premio Venezia della 5a Biennale di Architettura. Nel 1993 ha studiato storia e teoria allo Iuav e incisione presso l'Accademia di Belle Arti di Venezia. Nel 1994 fonda lo studio Alejandro Aravena Architetti. Il suo lavoro comprende diversi edifici per l'Università Cattolica del Cile: la Scuola di Matematica (1998), la Facoltà di Medicina (2001), la Scuola di Architettura (2004), le Torri Siamesi (2005) e più recentemente l'Angelini Innovation Center (2014). Si annoverano inoltre la Scuola Montessori (2000), l'Università di St. Edwards a Austin, in Texas (2008), il Children Workshop and Chairless per Vitra in Germania (2008), le stanze per scrittori della Michalsky Foundation in Svizzera (2015) e un edificio per Novartis nel loro nuovo campus in Cina (2015). Nel 2013 è stato selezionato per il nuovo Centro per le Arti Contemporanee di Mosca e ha vinto il concorso per la Borsa di Teheran in Iran. 

Dal 2000 al 2005 Aravena è stato professore all'Università Harvard, dove insieme all'ingegnere Andrés Iacobelli ha creato l'iniziativa per l'edilizia sociale Elemental, detta anche Urban Do Tank, partner dell'Università Cattolica e della Chilean Oil Company Copec. Scopo di Elemental è quello di progettare e realizzare interventi urbani di edilizia sociale pubblica. Questo programma si basa nel nuovo programma VSDsD (Vivienda Social Dinamica sin Deuda, approvato dal Ministero per la Casa e l'Urbanistica di Cile) rivolto alle fasce povere della popolazione. Il programma VSDsD prevede una sovvenzione di 10.000 dollari che devono comprendere l'acquisto del terreno, le infrastrutture e il progetto; questa quantità di denaro implica che gli assegnatari, anche se non devono pagare niente, sono costretti per proprio conto a trasformare la soluzione abitativa in un vero alloggio. Nello scorso luglio, il Cda della Biennale di Venezia, presieduto da Paolo Baratta, ha nominato Alejandro Aravena direttore del Settore Architettura, con lo specifico compito di curare la 15a Mostra Internazionale di Architettura della Biennale che si terrà dal 28 maggio al 27 novembre 2016. Aravena è il quarto latino americano ad essere insignito nella storia del riconoscimento dopo il messicano Luis Barragán e i brasiliani Oscar Niemeyer e Paulo Mendes da Rocha.
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]