Da pittrice a scrittrice, chi è Rossana Campo vincitrice del Premio Strega Giovani

14 giugno 2016 ore 13:43, intelligo
di Luciana Palmacci  

Come consuetudine è stata la presidente della Camera dei deputati, Laura Boldrini, a proclamare il binomio autore/libro vincitore del Premio Strega Giovani riconoscimento giunto alla sua terza edizione. La proclamazione, nella Sala della Regina a Palazzo Montecitorio, è stata per Rossana Campo e il suo libro ‘Dove troverete un altro padre come il mio’, edito da Ponte alle Grazie. È stato il più votato dalla giuria composta da 500 ragazze e ragazzi di età compresa tra i 16 e i 18 anni, in rappresentanza di 50 licei e istituti tecnici diffusi su tutto il territorio italiano e all'estero (Berlino, Bucarest, Parigi). 
Da pittrice a scrittrice, chi è Rossana Campo vincitrice del Premio Strega Giovani

Hanno concorso dodici libri attualmente candidati allo Strega; la cinquina finale si deciderà la sera di mercoledì 15 giugno, la vittoria finale sarà invece decisa venerdì 8 luglio, non più a Villa Giulia, bensì, per la prima volta, all'Auditorium Parco della Musica di Roma. La Campo che ha dedicato l’opera al padre ha ringraziato i ragazzi che l’hanno votata e si è detta felice che questi siano potuti entrare a far parte di questo viaggio. Il libro parla del “grande casino di avere un padre che procura sofferenza. Ma è stato anche un viaggio che mi ha portato ad accettarlo e ad accettare quella parte di lui che porto in me" ha continuato, “dedico questo premio a Elsa Morante e credo che il mondo, se potrà essere salvato, sarà salvato dai ragazzini”. 
La storia è una narrazione intima che ha per grande protagonista il padre Renato, è una storia senza filtri. “Padre e figlia si ritrovano nel mondo della parola, della scrittura che non ha paura di chiamare le cose con il loro nome, di strappare il velo di convenzioni e di falsi moralismi” ha sottolineato Olimpia Porcella, del liceo scientifico "Francesco d'Assisi" di Roma, leggendo la sua motivazione al premio. 

Ma scopriamo qualcosa di più di Rossana. Esordisce nel 1992 con un racconto, ‘La storia della Gabri’, pochi mesi dopo, in quello stesso anno, riappare con il romanzo d'esordio: ‘In principio erano le mutande’. Dal primo fortunato romanzo, diventato un long-seller, era stato tratto nel 1999 il film omonimo, diretto da Anna Negri e alla cui sceneggiatura l'autrice stessa ha collaborato. Ma non solo libri nella vita della vincitrice che nel 2002 ha esordito come artista figurativa con una personale alla galleria Pintapiuma di Genova. Del maggio 2003 è una sua mostra personale ‘Bambine chiuse, ragazze chiatte, mamme bisbetiche. Questa volta la storia la raccontiamo noi’.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]