Usa, dopo le nozze gay i militari transgender in uniforme

14 luglio 2015, intelligo
Ci vorranno sei mesi di tempo, il provvedimento riguarderà chi già è arruolato e, attenzione, la decisione per ora è non è stata ancora formalizzata, ma secondo quanto scrive l'Associated Press, che per prima ha rivelato la notizia, l'annuncio arriverà in settimana.

Usa, dopo le nozze gay i militari transgender in uniforme
Il Pentagono dice sì ai transgender
, essendo pronto a togliere il divieto che impedisce loro di prestare servizio militare.

In questo modo negli Stati Uniti cadrebbe l'ultima barriera sessuale per quanto riguarda il servizio militare. Secondo fonti del Pentagono che hanno preferito restare anonime, lo scopo, almeno in questa fase iniziale, è di impedire che i transgender che già sono in uniforme siano costretti ad abbandonare la carriera militare. 

Sembra che nel prendere la decisione finale i vertici militari abbiano tenuto conto del successo registrato con l'eliminazione nel 2011 del divieto che impediva ai gay di prestare servizio militare. Anche perché, numeri alla mano, sarebbero oltre diecimila i transgender arruolati. 

Un segnale chiaro era già arrivato lo scorso giugno quando, durante una cerimonia al Pentagono per il mese del Pride, il ministro della Difesa Ash Carter aveva dichiarato: "Vogliamo arrivare ad un punto in cui nessuno presta servizio in silenzio e dove trattiamo tutti con la dignità e il rispetto che meritano".   
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]