L'assalto del Milan a Romagnoli: pronti 25 milioni

14 luglio 2015, Andrea De Angelis
Romano, romanista, giovane. Uno dei difensori più promettenti dell'intero campionato, autore di un'ottima stagione alla Sampdoria. La prima giocata con regolarità.

L'assalto del Milan a Romagnoli: pronti 25 milioni
Un metro e ottantotto per settantotto chili di peso, venti anni all'anagrafe. Alessio Romagnoli ha il dna del campione, lo sa bene Sinisa Mihajlovic che, appena arrivato al Milan, ha imposto solo un nome a Galliani: proprio quello di Romagnoli. 

Lo ha allenato alla Sampdoria. Titolare inamovibile nonostante la giovanissima età. Un campione, l'erede di Chiellini in Nazionale per molti, un giocatore capace di fare la differenza nel pacchetto arretrato per tutti. 

La Roma sa che deve resistere. Dopo la cessione di Benatia e l'infortunio di Castan della scorsa estate non è davvero il caso di indebolire nuovamente la difesa. Gli scudetti (vedi 2001 con Capello) si vincono partendo da questo reparto. 

Il pressing del Milan è però asfissiante: 16 milioni più bonus, poi 18 milioni più bonus, quindi 22 milioni totali. Sabatini resiste, Galliani sa che deve insistere e sarebbe pronto a mettere sul piatto 25 milioni di euro (bonus compresi). Una cifra da capogiro per un ventenne, capace di far traballare le resistenze in quel di Trigoria. 

Come andrà a finire? Difficile dirlo, perché al di là dei soldi e del valore tecnico ci sono almeno altri due, tre fattori. Innanzitutto il legame di Alessio Romagnoli con Roma, la sua città. Poi la ferma volontà di Mihajlovic di continuare ad allenare il giocatore. Infine l'ingaggio del difensore: salvo sorprese, al Milan guadagnerebbe decisamente di più.




caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]