Londra, inizia l'era May: "Brexit un'opportunità. Progetto audace fuori Ue"

14 luglio 2016 ore 17:08, Americo Mascarucci
Theresa May è ufficialmente il nuovo primo ministro del Regno Unito. 
Arrivata a Buckingham Palace poco dopo le 18 ora italiana, accompagnata dal marito Philip John May, l'ex ministra dell'Interno ha ricevuto e accettato formalmente "l'invito" di Elisabetta II a formare un nuovo governo. 
"Andiamo incontro a un grande cambiamento a livello nazionale. Noi accettiamo la sfida - sono state le sue parole - La Gran Bretagna avrà un nuovo ruolo, audace e positivo, fuori dall'Ue. Quando lasceremo l'Unione europea, costruiremo un nuovo audace e positivo ruolo britannico nel mondo".
La May ha anche promesso di difendere l'unità del Regno Unito e di tutti i suoi cittadini, lottando contro le disuguaglianze sociali. "Il mio governo non difenderà gli interessi dei pochi privilegiati ma i vostri" ha spiegato rivolgendosi direttamente ai sudditi del Regno Unito. "Faremo tutto quanto possibile per offrirvi un maggior controllo sulle vostre vite",
Boris Johnson è stato nominato ministro degli Esteri mentre il precedente titolare del dicastero, Philip Hammond, è diventato Cancelliere dello Scacchiere ossia il responsabile alle Finanze. 

Londra, inizia l'era May: 'Brexit un'opportunità. Progetto audace fuori Ue'
Johnson, ex sindaco di Londra, è stato il grande protagonista della campagna per la Brexit tra i conservatori e il suo passo indietro come premier nei giorni delle polemiche post referendum ha spianato la strada a Theresa May. 
Ora Johnson ricoprirà un ruolo di primissimo piano nel negoziato con l'Unione europea. Amber Rudd, attuale ministro per l'Energia prenderà il posto della May all'Interno. 
 "Brexit significa Brexit e vogliamo farne un successo", ha detto ancora May ma Londra non chiederà l'attivazione dell'articolo 50 del Trattato di Lisbona prima di fine anno. 
Chiederà colloqui informali con i leader europei prima del prossimo Consiglio Ue, il 20 ottobre. A fine agosto comunque Hollande, Merkel e Renzi si vedranno all'Eliseo. E sia Hollande, sia Matteo Renzi, nel loro messaggio di congratulazioni alla May, hanno chiesto che il negoziato sull'addio di Londra all'Ue cominci prima possibile. 
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]