Un “genovese” di troppo tra Renzi e Grillo …

14 maggio 2014 ore 16:13, intelligo
Un “genovese” di troppo tra Renzi e Grillo …
La guerriglia elettorale incrocia e travolge tutto. Alla Camera va in scena l’ennesimo psicodramma tra il voto sul Dl lavoro e quello sull’arresto del parlamentare dem Francantonio Genovese rispetto al quale la Giunta ha già dato parere favorevole, coi voti anche del Pd. Ma adesso in mezzo c’è una campagna elettorale infuocata, giocata tutta sulla partita a due Renzi-Grillo.
Ed è chiaro che dopo la vicenda degli arresti all’Expo - vedi il Compagno G - su cui il leader dei 5Stelle si è infilato politicamente per demolire il sistema, i partiti e in particolare quello di Renzi, nelle file dem c’è una certa prudenza. Che non significa di certo favoritismi “anche perché abbiamo votato per l’arresto di Genovese e su questo nessuno può dire nulla” dice un deputato intercettato da Intelligonews a Montecitorio. Semmai è una questione di tempistica. Perché proprio oggi i grillini hanno chiesto il voto palese anche a costo di posticipare quelli sugli altri provvedimenti in scadenza, a cominciare dal dl lavoro (motivo per cui Sel ha fatto ostruzionismo da sola e ha il dente avvelenato proprio con M5S). Ovvio l’intento di tenere sulla graticola il Pd e Renzi: sulla testa di Genovese pendono le accuse di associazione a delinquere, riciclaggio, peculato e truffa formulate dalla procura di Messina. Altrettanto prevedibile la contromossa dem finalizzata a rinviare la “pratica” a dopo il voto europeo. Non a caso dal suo blog Grillo tuona: “Il M5S grazie alla collaborazione dei cittadini e nonostante i partiti, è riuscito a far calendarizzare il voto sull’arresto di Genovese del Pd per oggi. Ora il Pd sta facendo ostruzionismo a se stesso pur di rinviare il voto”. Il riferimento va ai numerosi ordini del giorno presentati sul dl lavoro. Schermaglie a parte, il decreto ha tempi contingentati e né il governo, né la maggioranza non può permettersi di farlo decadere. E’ possibile dunque che proprio per non rischiare scivoloni sul provvedimento firmato dal ministro Poletti, venga rinviato il caso Genovese. Che, c’è da scommettere, resterà ancora per un po’ un “genovese” di troppo tra Renzi e Grillo.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]