Sorpresa: viagra a casa della figlia del boss. Un nuovo business?

14 maggio 2015, intelligo
Sorpresa: viagra a casa della figlia del boss. Un nuovo business?
Protagonista è la figlia del boss, deceduto, Gennaro Licciardi chiamato "'A Scigna" (si tratta 
di un potente clan camorristico molto forte nella zona). 

Tutto inizia con un'operazione dei Carabinieri in cerca di armi. Ma non ci sono. La scoperta è un'altra: duemila confezioni di Viagra.

Erano nascoste in casa della donna nella periferia nord di Napoli, casa sottoposta a un'attenta ispezione che ha compreso anche il sottoscala. Erano lì gli scatoloni uno dei quali aperto lateralmente. 

Ed ecco la sorpresa: otto confezioni di “sildenafil” sandoz 50 mg. Ossia tanto, ma tanto viagra.

Si tratta di un dosaggio esagerato, ma che sarebbe connesso a presunte esigenze familiari? Ma 1.920 confezioni sono troppe per non sospettare un possibile commercio del farmaco che comunque è vendibile sotto il controllo medico e previa ricetta.

In soldoni sono 50mila euro di stock sul mercato farmaceutico. A questo punto è scattato il sequestro e la denuncia. Ora la 39enne proprietaria di casa potrebbe essere ritenuta responsabile di ricettazione. 


autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]