In Italia si muore di tumore e di mancata assistenza. La denuncia in Senato

14 maggio 2015, intelligo
"La riabilitazione oncologica deve essere riconosciuta nella sua specificità e rientrare nei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA) garantiti a tutti i cittadini – sottolinea Francesco De Lorenzo, presidente FAVO (Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia), in occasione della decima Giornata nazionale del malato oncologico - . Oggi non è così. E la mancanza di supporto socio-economico carica di oneri le famiglie, costrette a provvedere a proprie spese alle forme di assistenza non previste dal Servizio Sanitario Nazionale"

In Italia si muore di tumore e di mancata assistenza. La denuncia in Senato
La denuncia è contenuta anche nel Rapporto sulla condizione assistenziale dei malati oncologici, presentato oggi al Senato nel corso della Giornata, e le associazioni dei pazienti coordinate dalla FAVO chiedono che la riabilitazione oncologica venga inserita tra le prestazioni previste dal DCPM (Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri) sui Livelli Essenziali di Assistenza in corso di approvazione.

Come riportano le più recenti statistiche oggi sono circa 3 milioni le persone vive dopo una diagnosi oncologica (rappresentano il 4,9 per cento degli italiani) e questo numero è cresciuto del 17 per cento rispetto al 2010. 

"Il tumore – continua Elisabetta Iannelli, segretario FAVO - è una malattia diversa e determina bisogni riabilitativi specifici, non assimilabili agli altri. Si tratta di un’omissione particolarmente penalizzante per i pazienti, perché gli esiti dei trattamenti anti-cancro possono causare difficoltà non solo fisiche ma anche cognitive, psicologiche, nutrizionali, sessuali, sociali e lavorative. La sottovalutazione di questi aspetti ha portato anche a escludere, quanto meno in forma di consultazione, la voce delle Associazioni dei pazienti dal Patto della Salute approvato dalla Conferenza Stato Regioni il 10 luglio 2014".

Paradossalmente, insomma, milioni di persone superano il cancro, ma hanno necessità peculiari che vengono spesso in larga parte trascurate. 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]