A scuola è promosso anche "il migliore insegnante italiano": 50mila euro con polemica

14 marzo 2016 ore 10:20, Americo Mascarucci
Un premio per il migliore insegnante italiano.
E' l'ultima iniziativa del Ministero dell'Istruzione annunciata dal ministro Stefania Giannini.
Sul sito ufficiale del Miur è apparso un comunicato sul lancio del Premio nazionale Insegnanti, proprio nella giornata in cui viene proclamato il vincitore del ‘Global Teacher Prize’, il ‘Nobel’ dei docenti. 
E’ Hanan al-Hroub, palestinese, la vincitrice del premio da un milione di dollari messo in palio dalla Varkey Foundation, una delle più grandi organizzazioni internazionali che si occupa di educazione e formazione degli insegnanti, per celebrare la professione degli insegnanti e selezionare il miglior insegnante del mondo. 
"Il Global Teacher Prize - spiega il ministro Giannini - da alcuni anni porta i diversi Paesi, e quindi la comunità educativa mondiale, a parlare dei temi della scuola e del valore del ruolo degli insegnanti. Per questo, istituiremo in Italia, per la prima volta, primi tra i paesi europei, il nostro Premio nazionale, che si collegherà ai principi che abbiamo inserito nella riforma della 'Buona Scuola': l'innovazione didattica, la valutazione, la premialità la necessità di una formazione continua, che è un diritto più che un dovere di tutti coloro che entrano in classe ogni mattina e che hanno nelle loro mani la responsabilità di accompagnare il processo di crescita non solo culturale, ma soprattutto interiore di quelli che diventeranno i cittadini di domani". Le candidature per il Premio nazionale saranno aperte in primavera. I docenti non potranno candidarsi da soli ma dovranno essere candidati. Chiunque potrà proporre un nome: un altro membro della comunità scolastica, le famiglie, gli studenti.

A scuola è promosso anche 'il migliore insegnante italiano': 50mila euro con polemica
Una commissione indipendente di esperti di alto livello, individuata dal Miur e dalla Fondazione, sceglierà i 5 vincitori, che riceveranno un budget (50.000 euro al primo, 30.000 agli altri 4) da utilizzare esclusivamente per realizzare progetti all'interno delle loro scuole. Si tratta, infatti, di un premio all'insegnante, ma nell'ottica della valorizzazione del lavoro in squadra con gli altri docenti e della capacità di innovare la propria comunità scolastica. I 5 docenti parteciperanno al Global Teacher Prize 2017 a cui si potrà comunque accedere anche senza aver preso parte all'edizione nazionale. 
Iniziativa che però ha trovato scettici i diretti interessati, ossia gli insegnanti, già sul piede di guerra per la riforma del Governo Renzi per i quali si tratterebbe dell'ennesima competizione di cui la scuola non avrebbe  bisogno

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]