Polizia, Tonelli (Sap): "Rocco Schiavone inaccettabile, nella 1°puntata reati per 28 anni"

14 novembre 2016 ore 12:22, Andrea Barcariol
"Mi disgusta che la tv di Stato invece di sostenere e valorizzare l'immagine delle Forze dell'Ordine faccia il contrario". Intervistato da IntelligonewsGianni Tonelli, segretario generale del sindacato di Polizia Sap, critica molto duramente il personaggio interpretato da Marco Giallini, nella fiction Rai Rocco Schiavone. 

Ci sono state molte polemiche sulla fiction Rocco Schiavone, soprattutto perché il vice questore a inizio puntata si fa una canna. Cosa ne pensa?

«Queste sono le imbecillità di una cultura autoreferenziale italiana, in commistione con il partito dell'anti polizia che devono veicolare il messaggio di personalità istituzionali poco affidabili, violente, non inclini al rispetto delle regole e con uno scarso bagaglio etico e professionale. Così possono promuovere provvedimenti come il reato di tortura o degli alfanumerici (un codice per identificare le Forze di Polizia in servizio d'ordine ndr), anziché delle telecamere come vorremmo noi. Non hanno fatto altro che fare l'occhiolino al partito dell'anti polizia su queste questioni. Poi si lamentano se fanno il paragone con le fiction sui Carabinieri, dove mi trovo la Marcuzzi o l'Arcuri che non hanno un sopracciglio fuori posto, uguale il Maresciallo Rocca. Mi disgusta che si tratti della tv di Stato che invece di sostenere e valorizzare l'immagine delle Forze dell'Ordine non capisco che stia facendo».

A Proietti fecero addirittura tagliare i capelli perché leggermente troppo lunghi.

«E' verissimo, giustamente un maresciallo non può avere i capelli leggermente lunghi, peraltro parliamo di un artista estremamente moderato e morigerato come Gigi Proietti! Capite?».

In passato c'era maggiore attenzione sotto questo aspetto?

«Non è che c'è meno attenzione, questa si chiama coscienza e volontà».

Quindi secondo lei c'è proprio una strategia dietro?

«Queste cose le sanno, non sono stupidi. Credo che gli interessi ideologici o quantomeno la carriera spesso porti troppo spesso ormai a non mettersi contro i poteri forti all'interno della cultura autoreferenziale italiana».

Polizia, Tonelli (Sap): 'Rocco Schiavone inaccettabile, nella 1°puntata reati per 28 anni'
A riguardo Gasparri, Quagliariello e Giovanardi hanno annunciato un'interrogazione parlamentare. Lei cosa farà?


«Faremo delle iniziative perché tutto ciò è inaccettabile e intollerabile. Se penso che io sono stato richiamato per essere andato due volte a una trasmissione di Lucia Annunziata con la maglietta ufficiale dell'arma con la scritta dietro: "I love Polizia", mi chiedo cosa dovrebbe accadere adesso».

Il problema è la canna a inizio puntata o ci sono stati altri comportamenti del vice Questore che la lasciano perplesso?

«Sono tutti comportamenti fuori dalle regole, diciamo così: solo nella prima puntata ce n'è per reati fino a 28 anni di galera (ride, ndr)!. Mi spiego? Faccia il conto dei reati commessi. Lei mi dica se questa è una cosa accettabile sulle rete Rai... mi chiedo come possa essere successo visto che il Dipartimento di Pubblica Sicurezza avrebbe anche prestato le auto...».
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]