2500 km di muro e recinzione in Messico: esordio Trump è anti-clandestini

14 novembre 2016 ore 12:41, intelligo
3 milioni di clandestini tremano davvero ora, non è più propaganda ma la politica di Trump. "Una persona che pensa solo a costruire muri", parlava così Papa Francesco in Messico e ora Donald dimostra di essere proprio lui quella persona alla Cbs, dove parla della sua intenzione di alzare un muro proprio al confine col Messico. Ma attenzione: non sarà tutto cemento. Una parte sarà di muro e una parte come una  "recinzione" come da "intenti" dei repubblicani al Congresso. 
Se qualcuno poteva pensare che le parole di Papa Francesco pronunciate dal viaggio di ritorno dal Messico potessero frenare la politica del Presidente repubblicano eletto, alle prossime elezioni, oggi si è tolto ogni dubbio. 

"Non è cristiano", come aveva detto Bergoglio, ma a Trump non sembra importare.  Si tratterà di 2500 km di muro lungo la frontiera e saranno interessati da questa decisioni 10 milioni di immigrati. D'altronde Trump aveva replicato al Papa così: "E' un personaggio molto politico" ma poi si era ripreso con "è un tipo meraviglioso". Messi da parte (o in piazza a protestare con la democrazia) Clinton o Sanders gli Stati Uniti si scoprono "protezionisti" e più chiusi nelle mani dei repubblicani, o meglio di un repubblicano sui generis. Alla clinton però riconosce nella prima intervista da Presidente l'onore delle armi: "Hillary ha chiamato, ed è stata una bella telefonata. E' stata una chiamata dura per lei, posso immaginare. Più dura per lei di quanto lo sarebbe stato per me".
Chissà se lo pensa davvero. 
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]