Matrimoni su, nel 2015 +4.600 nozze. Ma è boom divorzio breve

14 novembre 2016 ore 17:23, intelligo
di Stefano Ursi

Per la prima volta dal 2008 tornano ad aumentare i matrimoni in Italia. Lo ha reso noto l'Istat, fornendo alcuni dati che testimoniano come, nel nostro Paese, ci si sposi di più rispetto agli anni che ci lasciamo alle spalle. Nel 2015 – spiega l'Istituto in una nota – sono stati celebrati in Italia 194.377 matrimoni, circa 4.600 in più rispetto al 2014. Si tratta dell'aumento annuo più consistente dal 2008. Nel periodo 2008-2014, i matrimoni sono diminuiti in media al ritmo di quasi 10.000 l’anno. Aumenta la propensione alle prime nozze: 429 per 1.000 uomini e 474 per 1.000 donne. Le seconde nozze, o successive, sono 33.579, quasi 3.000 in più rispetto al 2014 (+9%). L’incidenza sul totale dei matrimoni raggiunge il 17%. Ma non sono solo le nozze ad aumentare, infatti, si evince dalla nota Istat un consistente aumento del numero di divorzi, che ammontano a 82.469 (+57% sul 2014). Più contenuto è l'aumento dele separazioni, pari a 91.706 (+2,7% rispetto al 2014); per l'instabilità coniugale, spiega l'Istituto, i dati del 2015 risentono degli effetti delle recenti variazioni normative. In particolare l'introduzione del "divorzio breve".

Matrimoni su, nel 2015 +4.600 nozze. Ma è boom divorzio breve
Leggendo la nota pubblicata dall'Istat, un altro dato risulta degno di analisi soprattutto per quanto riguarda i tempi che viviamo, ovvero l'aumento dei matrimoni celebrati con rito civile, 88.000, l'8% in più rispetto al 2014, il 45,3% del totale dei matrimoni e i matrimoni in cui almeno uno dei due sposi è di cittadinanza straniera, circa 24.000 con il 12,4% delle nozze celebrate nel 2015, in calo di circa 200 unità rispetto al 2014. Per quanto riguarda il capitolo separazioni, poi, la propensione a separarsi risulta più bassa e stabile nel tempo nei matrimoni celebrati con il rito religioso; a distanza di 10 anni dalle nozze, si legge nella nota, i matrimoni sopravviventi sono, rispettivamente, 911 e 914 su 1.000 per le coorti di matrimonio del 1995 e del 2005. I matrimoni civili sopravviventi scendono a 861 per la coorte del 1995 e a 841 per quella del 2005.
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]