Malan (Fi): “Bene l'incontro Luxuria-Berlusconi ma non pensino al matrimonio"

14 ottobre 2014 ore 11:51, Lucia Bigozzi
Malan (Fi): “Bene l'incontro Luxuria-Berlusconi ma non pensino al matrimonio'
“Sì a determinati diritti, no al matrimonio” tra persone dello stesso sesso. Netto Lucio Malan, senatore forzista, che nell’intervista a Intelligonews commenta la cena di Luxuria con Berlusconi ad Arcore e la linea gay friendly del partito.
Come valuta la cena di Luxuria con Berlusconi ad Arcore? «Berlusconi ha fatto bene a incontrare Luxuria che ho sempre trovato una persona ragionevole anche quando faceva parte di gruppi poco ragionevoli». Ma sul piano politico cosa le dice questo incontro? «Di per sé indica l’apertura di Berlusconi a conoscere le opinioni altrui». Sì ma uno come lei che su famiglia e temi eticamente sensibili ha una posizione molto chiara a stare in un partito che sempre più sta assumendo posizioni distanti dalla sua? «Già durante la scorsa legislatura e non gli ultimi giorni, io avevo firmato una proposta per riconoscere determinati diritti alle coppie stabili non sposate indipendentemente dal loro sesso. Quello che conta non sono gli incontri che vanno benissimo perché è necessario confrontarsi con tutti, bensì la posizione che si assume sui temi. Il punto è quando si arriva a cosa votiamo e dico anche questo: se non ci fossero richieste estremistiche, determinati diritti delle coppie non sposate sarebbero già stati riconosciuti. Invece, sono coloro che vogliono che quei diritti siano quelli del matrimonio a ritardare la soluzione». Ma anche Luxuria in una visione di medio-lungo termine guarda al raggiungimento del riconoscimento giuridico del matrimonio tra persone dello stesso sesso. Cosa risponde? «Francamente non riconosco nel dettaglio la posizione di Luxuria su questo punto. Di certo, io non ritengo accettabile, anche laicamente, l’equiparazione al matrimonio perché non ce ne sono i presupposti. A meno che si sposi totalmente l’ideologia Gender che è un’ideologia estremista che sostanzialmente vuole stravolgere e distruggere il concetto di famiglia e anche di individuo quale è conosciuto in tutte le civiltà occidentali, non solo nella civiltà giudaico-cristiana». La svolta gay friendly di Fi non è più e solo nelle iniziative di Francesca Pascale, bensì si sta strutturando come linea politica e la delega alla Carfagna di responsabile delle libertà civili va in questa direzione. Non la imbarazza? «Conta ciò che si propone più che l’immagine. Ho letto l’articolo di Mara Carfagna pubblicato su Il Mattinale la settimana scorsa e lo trovo totalmente condivisibile; ho letto l’altro ieri una posizione di Brunetta che condivido; se poi emergeranno posizioni diverse le valuterò. Ripeto: sì a determinati diritti, no al matrimonio che abbia o meno il nome di matrimonio; lo ritengo inaccettabile perché implica per forza di cose l’adozione e l’adozione così come viene posta, implica per forza di cose l’utero in affitto con la fabbricazione per legge di Stato di bambini orfani di padre e di madre, con relativo indottrinamento dei bambini nelle scuole per imporre un modello, come vediamo accadere in tanti Stati». Sia sincero, alla luce di tutto ciò per un senatore D’Alì che da Ncd torna a Fi, ci potrebbe essere un senatore Malan che da Fi approda a Ncd? «Decisamente no. Sono allergico a questo governo, alla sua politica e al suo approccio». Secondo lei dopo D’Alì ci saranno altri ritorni alla ‘casa-madre’? «Di certo è stato un passaggio di spessore e spero che ce ne siano altri. Naturalmente sono scelte individuali». Diciottesima votazione a vuoto dei giudici della Consulta. Stamani Fi ha annunciato scheda bianca. Non è imbarazzante? «Non mi scandalizzo anche se sarebbe bene chiudere la vicenda. Però, siamo in democrazia e un accordo convincente non è stato ancora trovato. Non ci trovo nulla di strano: se pensiamo alle vicende che hanno portato alla rielezione di Giorgio Napolitano al Colle sono state ben peggiori, anche se con qualche votazione di meno». 
autore / Lucia Bigozzi
Lucia Bigozzi
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]