Tragico VIDEO di due inglesi ubriachi: i genitori decidono di mostrare lo schianto mortale

14 ottobre 2015, Americo Mascarucci
Tragico VIDEO di due inglesi ubriachi: i genitori decidono di mostrare lo schianto mortale
Assumono un cocktail di farmaci, salgono in macchina, intraprendono una folle corsa e vanno a schiantarsi contro il muro di una Chiesa filmando gli ultimi attimi della loro esistenza. 

E’ stata questa la tragica fine di Kyle Careford, 20 anni e del suo amico Michael Owen, 21 anni che hanno deciso di essere protagonisti di questo macabro grande fratello. 

I loro ultimi istanti di vita sono stati filmati da loro stessi in un video che le famiglie hanno voluto rendere pubblico per sensibilizzare i giovani e scoraggiarli a ripetere gesti sconsiderati come questo. 

E’ accaduto in Inghilterra per le strade dell'East Sussex. I due erano a bordo di una Clio. Sotto l’effetto della droga hanno iniziato a correre all’impazzata arrivando a toccare le 90 miglia orarie, circa 150 all'ora in pieno centro, fino ad andarsi a schiantare contro il muro di una Chiesa. 

Dal video appare evidente come i due non fossero in quel momento nelle condizioni di intendere e di volere. Dopo lo schianto il video continua a filmare gli attimi immediatamente successivi e si vede una donna che cerca di far coraggio ai ragazzi dicendo loro che l’ambulanza sta arrivando. Peccato che quando i sanitari giungono sul posto non possano far altro che accertare l’avvenuto decesso. I due sono morti sul colpo. 

E’ durata pochissimi minuti la corsa spericolata di Kyle e Michael. Due vite spezzate dall’abuso di droga, un gioco diabolico documentato dalle telecamere, quasi come se i due nella loro totale inconsapevolezza avessero voluto fare della loro morte un evento mediatico, la scena di un film dal finale tragico e purtroppo reale senza effetti speciali o colori particolari, la realtà nuda e cruda esposta in vetrina. 

Con tutto il rispetto per la tragedia vissuta dalle famiglie quel video purtroppo altro non è che il trionfo dell’idiozia., l’idiozia di due giovani che hanno bruciato un’esistenza inutile, o meglio resa inutile da una follia come quella messa in atto che ha buttato al macero vent’anni di vita vissuta. 


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]