Scoperta: il tumore al cervello dei bambini si può bloccare. I sintomi da non sottovalutare

14 ottobre 2015, intelligo
Scoperta: il tumore al cervello dei bambini si può bloccare. I sintomi da non sottovalutare
Uno stop molecolare che stoppa il tumore al cervello. La scoperta arriva dalla capitale, da uno studio realizzato dai ricercatori dall'Università Sapienza e dell’Istituto Pasteur di Roma, pubblicato sulla rivista Developmental Cell, che hanno individuato un blocco molecolare in grado di bloccare l'avanzata del più diffuso tumore del cervello che colpisce i bambini, ovvero il medulloblastoma.

"In una percentuale significativa di pazienti, il medulloblastoma - sottolinea Gianluca Canettieri, coordinatore del team di ricerca - è causato dall'abnorme attivazione della cosiddetta via di Hedgehog (HH): una sorta di domino molecolare che, in condizioni non controllate, culmina nella proliferazione e migrazione delle cellule nervose. In questi soggetti abbiamo osservato anche un accumulo di poliammine, cioè piccole molecole a carica positiva che, in genere, aumentano in caso di tumore".

Si apre così per la prima volta la possibilità di intervenire con armi più valide contro questa forma di tumore. Attualmente la terapia si basa sulla chirurgia combinata con chemioterapia e radioterapia, ma la sopravvivenza senza recidiva non è priva di effetti collaterali e spesso compaiono forme di resistenza ai farmaci. La nuova strada si basa invece sull'aver individuato il meccanismo al cuore della diffusione del tumore. Conoscerlo significa infatti avere gli strumenti per bloccarlo.

Il cancro al cervello, infatti, è un tumore particolarmente subdolo perché molto spesso rimane asintomatico, cioè privo di sintomi evidenti, fino alla fase di incurabilità: in altri i casi i sintomi sono scarsamente specifici ed il rischio che vengano confusi con altre patologie è piuttosto alto.

I sintomi di un tumore cerebrale possono essere divisi in due categorie, a seconda che derivino dalla pressione del tumore sul cervello (sintomi generali) oppure dall’interruzione di una specifica funzione cerebrale (sintomi specifici). I sintomi generali comprendono:

    - mal di testa particolarmente severo e che può peggiorare con l’attività o durante le prime ore del mattino;
    - convulsioni;
    - cambiamento della personalità e/o dell’umore;
    - nausea e vomito;
    - visione disturbata.

Possibili sintomi specifici di particolari zone del cervello sono invece:


    - mal di testa localizzato in prossimità del tumore;
    -  perdita di equilibrio e difficoltà motorie;
    - cambiamenti della capacità di giudizio, perdita di iniziativa, lentezza e debolezza muscolare o paralisi;
    - parziale o completa perdita della vista;
    - difficoltà di linguaggio, udito, memoria, o stati emotivi alterati come aggressività e problemi di comprensione
    - alterata percezione del senso del tatto su braccio e gamba di uno specifico lato del corpo (lobo parietale del cervello);
    - incapacità di guardare verso l’alto (pineale tumore);
    - secrezione di latte, alterazioni del ciclo mestruale e crescita di mani e piedi in soggetti adulti (tumori ipofisari).



autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]