Berlusconi dalla tv al tour: come sarà la riscossa di Fi

14 ottobre 2015, intelligo
Berlusconi dalla tv al tour: come sarà la riscossa di Fi
Silvio Berlusconi lancia la fase 2. Lo fa con un uno-due in real time: ieri a Palazzo Madama dove è tornato e da dove era uscito per gli effetti della sentenza della Cassazione e quelli della legge Severino. 

Davanti ai senatori annuncia il rilancio del partito e il fatto che sarà ancora lui a occuparsene in prima persona. Come? Con un Berlusconi-a-tutto-campo e ovunque. Oggi, per la precisione stasera, il leader azzurro ha chiamato a raccolta li coordinatori regionali: con loro discuterà di come organizzare un suo tour dei territori, predisponendo una sorta di format per la sua partecipazione. 

Dal tour delle cento province si passa al meno ambizioso tour delle regioni. La parola-chiave è tornare in pista, meglio se in tv dove Berlusconi annuncia di avere intenzione di tornare, sapendo bene quali siano le potenzialità del tubo catodico e conoscendo altrettanto bene le sue doti oratorie. “Voglio tornare in tv per rilanciare Fi” ha dichiarato giusto ieri ai senatori azzurri. Dallo schermo ai territori per rivitalizzare un partito che a livello locale ha subito la “botta” maggiore in termini di consenso.
 
Ma basterà? Basterà come ha già iniziato a fare in queste giornate romane puntare il dito sui “mestieranti della politica” o sui “traditori”? E ancora: basterà mettere in primo piano le nuove leve forziste per dare l'idea del rinnovamento? Con Fi che i sondaggi danno al 12 per cento e un Matteo Salvini che “ruspa” dopo “ruspa” sta a quota 15 per cento nel gradimento degli elettori di centrodestra, Berlusconi dovrà resettare molto di quello che è stato e pianificare un'azione capillare di rilancio del partito, non solo a livello territoriale. Per il momento, si ri-parte dal tour local, in attesa della ripartenza … global. 

LuBi

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]