L'ultimo caso choc: in ospedale per un mal di testa da pallino conficcato

14 ottobre 2015, intelligo
L'ultimo caso choc: in ospedale per un mal di testa da pallino conficcato
Incredibile ma vero: finisce in ospedale per un fortissimo mal di testa e si scopre che nella testa aveva un pallino metallico. E' accaduto a Susegana, in provincia di Treviso e il protagonista – suo malgrado – è un ragazzo di diciassette anni. 

Da diversi giorni si lamentava per un mal di testa molto intenso e persistente che non lo lasciava, impedendogli di dormire e di vivere nella normalità le sue giornate. Il dolore improvviso e fortissimo lo ha quasi stordito sabato scorso mentre il diciassettenne stava giocando con il suo cane nel giardino di casa.  

I genitori, allarmati, lo hanno accompagnato in ospedale dove il ragazzo è stato sottoposto a una serie di verifiche diagnostiche ed esami più approfonditi. Alla fine, l'incredibile scoperta: la causa di quel terribile mal di testa era un pallino metallico di circa cinque millimetri individuato in una zona sottocutanea. 

Il caso, essendo particolarmente anomalo, è stato segnalato ai carabinieri che hanno avviato indagini per chiarire come quel pallino metallico sia finito sotto la cute del ragazzo. In un primo momento si era pensato a un colpo partito dal fucile di un cacciatore ma le verifiche condotte fino a questo momento dagli inquirenti, tendono ad escluderlo. 

Ma non è il primo caso di mal di testa choc. Intelligonews, il mese scorso, aveva raccontato la vicenda di una donna cinese di 48 anni (http://www.intelligonews.it/a/30357/) che ha trascorso ben 40 anni ossessionata da fortissimi mal di testa. Nonostante fosse stata visitata dai medici molte volte, mai nessuno aveva scoperto quali fossero i motivi di questi forti mal di test. Ad agosto, la donna ha deciso di recarsi all’ospedale perché i dolori erano diventati più forti ed aveva notato un progressivo intorpidimento del corpo. I medici dello Huaibei Miners General Hospital avevano sottoposto la 48enne a Tac: la scoperta ha lasciato tutti di stucco. Nella parte superiore del cranio, la donna aveva un chiodo. Lei ancora non si capacita di come possa essere successo, tantomeno di come quel chiodo abbia potuto infilarsi nella sua testa e stare lì per tutto quel tempo. Una risposta, seppure ipotetica, i medici l'hanno avanzata, sostenendo la possibilità che quel chiodo possa essere finito nella sua testa quando la donna aveva solo diciottomesi. 

Infine c'è il caso, per certi aspetti analogo anche se non relativo al mal di testa, di un bambino indiano di 4 anni che a causa di forti mal di pancia è stato sottoposto a controlli in ospedale dai quali è saltato fuori che nella sua pancia aveva un feto che gli cresceva dentro dalla nascita. Scoperta incredibile fatta a seguito della Tac. Si tratta di un fenomeno molto raro che gli esperti chiamano “fetus in fetu”. Secondo quando riportato dal Daily Mail, il piccolo è stato operato d'urgenza: “L'embrione morto, che aveva mani, gambe, unghie e una testa parzialmente formata, è stato rimosso dal corpo del bambino dopo una lunga operazione” recita la nota dei medici dell'ospedale.

LuBi
autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]