Nigeria, libere 21 ragazze Boko Haram. Ma jihadisti "lasciano il segno"

14 ottobre 2016 ore 9:22, Andrea De Angelis
Libere, ma non per grazia ricevuta. Uno scambio, con tanto di sorpresa annessa. Perché quegli uomini hanno comunque "lasciato il segno". Non sfigurandole o uccidendole, bensì restituendole ai loro cari in condizioni discrete. Ma incinta

Il 14 aprile del 2014 i jihadisti nigeriani avevano preso d'assalto una scuola superiore statale di Chibok e rapirono 276 liceali. Una cinquantina riuscirono a fuggire e a mettersi in salvo. Per le altre non ci fu nulla da fare. La liberazione di circa un decimo di loro lascia ben sperare per l'imminente futuro, anche se a dettare le condizioni sono ancora gli uomini di Boko Haram.

Nigeria, libere 21 ragazze Boko Haram. Ma jihadisti 'lasciano il segno'
Funzionari dell'intelligence le hanno prese in consegna, ha annunciato il portavoce della presidenza, confermando le trattative avvenute grazie alla mediazione del governo svizzero e della Croce Rossa Internazionale.  In cambio delle ragazze sarebbero stati rilasciati 4 prigionieri Boko Haram. Una volta giunte nella capitale Abuja le ragazze saranno esaminate da un team di dottori e psicologi. Secondo la Bbc, che ha citato fonti governative, "la maggior parte delle giovani aveva con sè dei bimbi" ed alcune sarebbero incinte.
Una situazione dunque molto delicata dal punto di vista psicologico. Da un lato, infatti, si può parlare di "nuove vite" anche in condizioni estreme come quelle di un maxi sequestro di persone. Dall'altro, ovviamente, c'è tutta la drammatica situazione sia delle donne, probabilmente violentate, sia dei neonati, che difficilmente conosceranno i loro padri.  
Al momento, rivela la Bbc, non si conosce l'identità delle 21 giovani rilasciate e non si ha idea di come siano state scelte tra le oltre duecento coetanee sequestrate ormai due anni e mezzo fa. Proprio oggi infatti, 14 ottobre 2016, ricorrono 30 mesi dal sequestro.

caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]