GF Vip, Eleonoire Casalegno verso il ritiro ma non convince

14 ottobre 2016 ore 11:45, intelligo
di Eleonora Baldo

Più che un reality, a volte guardando il Grande Fratello Vip si ha l’impressione di essere di fronte ad una pièce teatrale, nemmeno tra le più originali. Pianti e nevrosi, esternazioni dei sentimenti così eccessive da risultare assolutamente innaturali, confessioni personali e dichiarazioni al limite della denuncia pronunciate con l’ingenutà di un bambino dell’asilo, sono all’ordine del giorno.

Ma che succede quando anche uno dei leader “carismatici” di questa edizione crolla? Le ultime vicende aventi per protagonista Eleonoire Casalegno, pur salvando il legittimo “cuore di mamma”, potrebbero apparire una strategia acchiappa-voti. Dopo aver rivisto la figlia Swami lunedì scorso in occasione di un freeze, infatti, la bella Eleonoire pare essere incapace di riprendersi dall’ondata nostalgica che l’ha colpita e paventerebbe l’intenzione di voler abbandonare la Casa. A raccogliere le sue confessioni, Stefano Bettarini che dopo averla esortata a tenere duro e a resistere a questo “momento difficile” ha reso noto le sue intenzioni agli altri concorrenti della Casa, augurandosi di averla convinta a rimanere perché, diveramente, parole dell’ex calciatore “se ne pentirebbe dopo due giorni".

GF Vip, Eleonoire Casalegno verso il ritiro ma non convince
Tuttavia, pensando alle ben note regole del reality ormai giunto alla quattordicesima edizione, è difficile non interrogarsi su quanto il malessere di Eleonoire sia frutto di una amplificazione dei sentimenti naturalmente indotta dalla dimensione "reality" e quanto invece parta da una strategia inconscia per consolidare la propria posizione di leader dentro e fuori la Casa. Che per una madre sia difficile stare lontana dai propri figli è comprensibile – anche al netto del rapporto particolarmente stretto che la Casalegno ha con la figlia avuta dal Dj Ringo in giovane età - ma viene lecito chiedersi se non avesse messo in conto questa eventualità quando decise di partecipare al programma. Senza contare che non si trova nemmeno dall’altra parte del mondo a svolgere mansioni come lavapiatti o badante, sicuramente più umili e faticose rispetto al passare comodamente da un divano all’altro, perfettamente truccate e vestite, a parlare di futili questioni come accade nella Casa di Cinecittà. Lungi dal mettere in discussione la sincerità dei sentimenti che legano una madre alla propria figlia, famosa o non famosa, tuttavia è indubbio che la generale spettacolarizzazione dei sentimenti, con annessa esasperazione delle difficoltà e dei momenti difficili da superare messa in scena dai concorrenti del reality, pur riscuotendo un certo successo di pubblico, possa risultare un po' fastidiosa per chi fatica al buio delle telecamere ogni giorno, senza esibirsi in un reality. 

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]