Tom Hanks a Roma spara a zero contro Trump e Berlusconi ma ama Benigni - VIDEO

14 ottobre 2016 ore 13:34, Americo Mascarucci
Paragona Donald Trump a Silvio Berlusconi, ovviamente in senso dispregiativo, e poi elogia Roberto Benigni con il quale sogna un film insieme.
E' il Tom Hanks andato in scena alla Festa del Cinema di Roma dove ha ricevuto il Premio alla Carriera dalle mani di Claudia Cardinale.
"Ogni 4 anni negli Usa arriva il circo e decidiamo chi sarà il presidente - spiega Hanks - Il futuro è incerto. Non abbiamo mai avuto prima un candidato così autoreferenziale e pieno di idee assurde come Trump, uno che spera di restare al potere alimentando l'ignoranza, e non lo avremo neppure stavolta". 
Eppure a sfiorare l'elezione Trump ci è arrivato, segno evidente che ad una larga parte di americani piace.
"Certo - risponde- voi potrete dirmi perché mai un personaggio come Trump si candida alle presidenziali Usa. Ma io potrei replicare: e perché voi avevate Berlusconi?".
Tuttavia l'attore di Philadelphia, Forrest Gump, Salvate il Soldato Ryan, Cast Away, Big apprezza il premio Oscar Roberto Benigni fino ad affermare:
"Penso che io e Benigni potremmo fare grandi cose insieme!". 
E di sicuro Benigni non lascerà cadere la cosa.

Tom Hanks a Roma spara a zero contro Trump e Berlusconi ma ama Benigni - VIDEO
Poi racconta anche episodi della sua vita:
"Non ho mai rimpianto di aver rifiutato un'offerta - ha raccontato - perché prendo le decisioni d'istinto e l'istinto raramente sbaglia. In generale è più facile dire di sì perché ti pagano, baci una bella ragazza, fai il duro, giri a Dubai o vai a Roma e sei il più fico della città. A volte però ci sono aspetti che non ti interessano, ruoli che non ti scatenano la passione assoluta, che è fondamentale nel nostro lavoro". 
Infine un'ammissione: "Non rifletto molto sui film che ho fatto - ha commentato - perché la verità è che non cambiano. Splash, per esempio, è sempre identico e se lo rivedo penso solo che è passato tempo e sono invecchiato. Mi sento l'attore più fortunato del mondo e credo che il metro migliore per misurare il successo di un attore sia la longevità artistica". 


caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]