Chi è Don Angelo De Donatis, il nuovo vescovo ausiliario di Roma

14 settembre 2015, intelligo
Chi è Don Angelo De Donatis, il nuovo vescovo ausiliario di Roma
Si erano conosciuti a pranzo. Attorno alla tavola con il Papa c'erano sette preti romani. Poi, dopo sei mesi, la chiamata inattesa. Parliamo di Don Angelo De Donatis, nominato nuovo Vescovo ausiliario di Roma, che l'anno scorso era stato scelto come il predicatore degli esercizi spirituali di Francesco e della curia romana per la quaresima. 

E proprio al Pontefice piace il suo nome. 

Francesco non deve averlo dimenticato da allora, e piano piano lo ha fatto conoscere anche agli altri, pensando probabilmente in grande per lui.

"Non credo sia stato colpito da qualcosa in particolare" disse allora don Angelo. 

Durante il pranzo, aveva raccontato, ciascun sacerdote aveva parlato del suo ministero. E quella di Don Angelo è una vocazione sociale, che il Papa deve aver colto e vuole valorizzare.

Quello che è stato "un bel momento per tutti noi", così parlava il parroco di San Marco Evangelista a Piazza Venezia, si è trasformato in un trampolino di lancio. 

De Donatis, oggi 61enne, è pugliese di Casarano ma incardinato a Roma sin dalla sua ordinazione.

La sua parrocchia è aperta alle catechesi, ce ne sono anche all'orario di pranzo per gli impiegati della zona; di sera per esempio, il primo venerdì del mese lascia spazio a Don Fabio Rosini, l'ideatore dei Dieci Comandamenti, quelli che tanto attraggono i giovani che si riversano in centinaia per ascoltarlo.

Ora per Don Angelo, uomo mite e umile, che si era misurato da parroco seguendo la sua missione sacerdotale, cambia la prospettiva: lo farà vescovo. 

Poco cambia, il gregge va guidato.

autore / intelligo
caricamento in corso...
caricamento in corso...
[Template ADV/Publy/article_bottom_right not found]